Per 20 anni nasconde i figli morti nell'armadio | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Madre nasconde i resti di 4 figli in casa, erano nell’armadio
Esteri

Madre nasconde i resti di 4 figli in casa, erano nell’armadio

madre figli armadio

Beveva e aveva spesso rapporti occasionali: appena dopo aver partorito nascondeva i bambini nell'armadio.

Una storia molto forte, scioccante. Joanne Lee, 47 anni di Saint Helens, località situata nel Merseyside (Regno Unito), ha scoperto che sua madre Bernadette Quirk, deceduta all’età di 64 anni nel Febbraio 2019, per vent’anni ha nascosto nell’armadio i cadaveri dei suoi figli neonati.

Stando a quanto riportato da Leggo, Joanne, non cambierebbe nulla del suo passato. “Mi ha reso una persona migliore, nonostante tutto”, sono le parole della donna riportate dal Liverpool Echo. Aprendo il guardaroba della madre, un giorno, la 47enne avrebbe notato i resti di un bambino lì da chissà quanto tempo. La donna avrebbe poi aiutato la madre a seppellirli nella tomba di famiglia. In seguito, Joanne avrebbe scoperto altri tre cadaveri tra l’armadio e il letto.

Aveva spesso rapporti occasionali

Le morti risalirebbero a quando Bernedette Quirk aveva continui rapporti occasionali. Portava a termine le gravidanze e poi si liberava dei corpicini. Uno dei bambini era figlio dell’ex fidanzato di Joanne: rimase incinta quando aveva 15 anni ma perse il bambino dopo appena trenta minuti di vita.

Lo stesso uomo aveva avuto rapporti anche con la madre.

“Ha detto che ha dato alla luce i bambini in casa da sola e che non si muovevano, erano fermi e non facevano rumore. A quel punto li ha avvolti e li ha buttati nel cestino”: questo quanto detto dall’ispettore capo della polizia di Merseyside, Neil Bickley. Bernadette Quirk ha partorito quattro bambine, di cui due gemelle, durante un periodo particolarmente caotico della sua vita, in cui era dedicata a bere e ad rapporti occasionali. Joanne avrebbe poi detto: “Non potevo sopportare mia madre, ma non tornerei mai indietro, oggi sono una madre migliore”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche