Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
L’autopsia di Julen: morto durante la caduta nel pozzo
Esteri

L’autopsia di Julen: morto durante la caduta nel pozzo

bambino nel pozzo

L'autopsia di Julen, il bimbo caduto in un pozzo a Totalàn, ha rivelato che il piccolo è deceduto a causa dei colpi ricevuti durante la caduta.

L’autopsia del cadavere del piccolo Julen Rosello, precipitato in un pozzo a Totalàn nel gennaio del 2019 e recuperato tredici giorni dopo, ha rivelato le cause del decesso del bambino di due anni. A provocarne la morte sarebbero stati i molteplici colpi ricevuti durante la caduta. Continuano le indagini sul pozzo scavato senza permessi.

L’autopsia di Julen

Il rapporto stilato in seguito all’autopsia di Julen ha fatto luce sulle cause del decesso del piccolo ritrovato in un pozzo di Totalàn, nei pressi di Malaga, il 13 gennaio del 2019. Il piccolo avrebbe riportato due traumi cranici, uno nella parte occipitale, l’altro nella sfera sinistra, e molteplici lesioni. La morte sarebbe stata dunque immediata.

Dall’autopsia è stato constatato che Julen sarebbe morto intorno alle 13:50. Il rapporto ha smentito la prima ipotesi riguardo al decesso, secondo la quale il bambino aveva probabilmente ricevuto un colpo alla testa e poi era stato gettato nel pozzo, largo appena 22 centimetri e profondo 71 metri.

bimbo caduto nel pozzo

La caduta nel pozzo di Totalàn

Il piccolo Julen era caduto in un pozzo vicino a Malaga il 13 gennaio 2019 ed era stato soccorso il 26 dello stesso mese. I minatori erano riusciti a recuperare il corpicino martoriato con molte difficoltà, servendosi di microesplosioni dopo avere constatato la durezza del terreno. In seguito alla tragedia, era stato appurato che il pozzo non era a norma. Era stato scavato illegalmente ed era stato abbandonato senza essere ricoperto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche