×

Notre-Dame, turista napoletana: “Ci hanno fatto uscire all’improvviso”

"E' partita una sirena e abbiamo iniziato ad andare verso la navata. Per allontanarci ci abbiamo messo 2 ore": il racconto di una testimone

Notre-Dame
Notre-Dame

Dopo ore di estenuante lavoro, è stato definitivamente spento l’incendio che ha devastato la meravigliosa e suggestiva bellezza della cattedrale di Notre-Dame. Ancora difficile la stima dei danni subiti. Intanto,sebbene il piano di evacuazione sia andato a buon fine, non mancano le polemiche sui soccorsi tardivi e sul vigile del fuoco rimasto ferito nel tentativo di domare le fiamme. L’evacuazione è scattata non appena è stato lanciato l’allarme per l’incendio. Usciti sani e salvi tutti i turisti, anche se non sono mancate le scene di panico. Tanta la paura.

Tuttavia, secondo alcuni cittadini francesi, l’intervento dei vigili del fuoco è stato tardivo. Alcuni residenti della zona, infatti, nella stessa serata dell’incendio, hanno dichiarato: “Abbiamo sentito le prime sirene dei vigili del fuoco solo 30 minuti dopo che la colonna di fumo si è alzata sulla cattedrale”.

Anche una turista napoletana, in visita a Parigi, ha raccontato quegli attimi di spavento a Fanpage.it.

Il racconto di una testimone

E’ Marianna la turista napoletana che si trovava all’interno della cattedrale nel tardo pomeriggio di lunedì 15 aprile 2019, vivendo sulla sua pelle quei minuti di concitazione.

“Sono arrivata alla cattedrale di Notre-Dame attorno alle 17 e alle 17.30 eravamo davanti all’ingresso”, ha spiegato Marianna ai microfoni di Fanpage.it. Quindi, ha proseguito col suo racconto: “Volevo salire sulle torri, ma per motivi tecnici queste erano state chiuse alle 16.30, quindi non è stato possibile. Così io e il mio ragazzo siamo andati dentro la cattedrale, perché alle 18 c’era la messa. Dieci minuti dopo esserci seduti, è partito un messaggio in francese, che non è stato tradotto in nessuna altra lingua e quindi non abbiamo potuto capire.

Poi è partita una sirena.Così abbiamo iniziato ad andare verso la navata”. Poi rivela: “Per allontanarci da Notre Dame ci abbiamo messo due ore, perché la zona era tutta bloccata, in ogni direzione”.

Mentre lei e il fidanzato scappavano, Notre-Dame andava in fiamme: “Ci siamo tutti coperti di cenere, anche a distanza dalle fiamme”. Così ha spiegato che è trascorso un’ora e mezza prima che le autorità isolassero la zona. Ma precisa: “Ci hanno fatto uscire in tempo, quando non c’era ancora fumo nella cattedrale. Alla fine siamo riusciti a prendere la metro e ci siamo allontanati, ma ci abbiamo messo due ore per lasciare la zona”.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche