×

Passeggeri salgono sull’ala dell’aereo vedendo il motore in fiamme

Tre passeggeri terrorizzati nel vedere fiamme provenire dal motore hanno aperto la porta di emergenza di un Boeing 737 e sono saliti sull'ala

Mosca
Mosca

Tre passeggeri terrorizzati nel vedere le fiamme provenire da un motore dell’aereo hanno aperto la porta di emergenza di un Boeing 737 su cui stavano viaggiando. Così i 3 sono saliti sull’ala del velivolo. I passeggeri hanno giustificato il loro comportamento sostenendo che l’equipaggio avesse ignorato le loro grida e il panico a bordo. Nel frattempo, infatti, il mezzo della compagnia aerea Utair si preparava per il collo. E’ successo nell’aeroporto di Mosca. Il volo era diretto a Makhachkala, vicino alla Georgia. I tre, inclusa una donna, erano tutti dottori. In seguito sono stati “trattenuti” per essere interrogati e il resto dei passeggeri messo a bordo di un altro aereo.

Uno dei medici ha commentato: “Io e due dei miei colleghi siamo ancora detenuti a causa di una sorta di controllo di un servizio.

Questo è accaduto perché ci siamo seduti vicino a un’uscita di emergenza e quando è iniziato a diffondersi il panico, quando le persone hanno iniziato a correre, schiacciandosi a vicenda, quando hanno iniziato a urlare e urlare, per pacificarle e per fermare il panico abbiamo aperto l’uscita di emergenza”.

Un portavoce di Utair ha comunicato ai media russi che l’incendio è stato causato da un flusso d’aria interrotto all’avvio del motore.

Paura in un aereo a Mosca

Un video spaventoso mostra le fiamme che imperversano nel motore di destra dell’aereo, con gli edifici del terminal visibili. I passeggeri hanno spiegato di non aver ricevuto indicazioni da parte dell’equipaggio, per questo motivo non sapevano come reagire nel vedere le fiamme che salivano dal motore.

I rapporti elaborati successivamente dicono che c’era del panico a bordo con alcuni passeggeri che cadevano mentre cercavano di fuggire da un aereo che credevano fosse in fiamme.

Tuttavia, alcuni riferiscono che l’equipaggio ha detto ai passeggeri di non lasciarsi prendere dal panico, garantendo che la situazione era sotto controllo. Così i tre sono stati persuasi a rientrare a bordo del mezzo. “Era una situazione ordinaria, l’aereo era in ordine, i passeggeri non erano in pericolo”. Così ha fatto sapere il segretario stampa di Utair.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche