×

Kabul, attacco al Ministero dell’Informazione: ucciso un terrorista

L'attentato è avvenuto a poca distanza dal palazzo presidenziale e dall'Hotel Serena, frequentato da ospiti internazionali.

Kabul, attacco al Ministero dell'Informazione
Kabul, attacco al Ministero dell'Informazione

Paura a Kabul, dove si è verificato un attacco terroristico al Ministero dell’Informazione afghano. La notizia, riporta Ansa, è stata diffusa da Nasrat Rahimi, portavoce del dicastero. Intorno alle 11.40 ora locale (le 9.10 in Italia) nella zona è stata avvertita una violenta esplosione a cui ha fatto seguito una sparatoria tra le forze dell’ordine del Paese e gli attentatori. Uno dei terroristi, riporta Repubblica, si è fatto esplodere davanti all’ingresso dell’edificio. Un altro sarebbe riuscito a entrare e ad asserragliarsi al primo piano. Al momento, secondo quanto si legge su La Stampa, il numero di vittime e di eventuali ostaggi è incerto.

Nessuna rivendicazione terroristica

L’esplosione è avvenuta a pochi chilometri dalla cosiddetta “zona verde”, considerata la più sicura e sorvegliata della capitale afghana.

Il Ministero dell’Informazione, con i suoi 18 piani, è l’edificio più alto di Kabul e sorge a pochi passi dal palazzo presidenziale e dall’hotel internazionale Serena. Resta ancora incerto l’esatto numero degli attentatori. Secondo quanto si apprende dai media internazionale, tra cui la Bbc, sembra che l’attacco sia stato effettuato da tre o quattro uomini. Uno di essi è stato ucciso dalla polizia afghana, riporta l’Ansa. Tutti gli assalitori indossavano uniformi delle forze dell’ordine. Al momento, nessuna organizzazione terroristica – né i talebani né lo Stato Islamico – ha rivendicato l’attacco.

Annullato il vertice di Doha

Con l’attentato al Ministero è terminato un periodo di relativa calma a Kabul, durato qualche mese. L’attacco è avvenuto proprio all’indomani dell’annullamento dell’incontro di Doha, dove per la prima volta una delegazione dei talebani avrebbe dovuto partecipare a un summit con i rappresentanti del governo afghano guidato da Ashaf Ghani.

Il vertice è stato formalmente rinviato a data da destinarsi. Fonti ufficiali attribuiscono la decisione alla bocciatura, da parte delle autorità del Qatar, della lista dei 250 delegati governativi che si sarebbero dovuti recare a Doha.


Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche