×

Salta ponte levatoio come in Blues Brothers: problemi all’atterraggio

L'episodio è avvenuto a notte fonda, quando un italiano di 29 anni con l'auto ha saltato il ponte levatoio di Sampsonievskij, a San Pietroburgo

ponte levatoio
ponte levatoio

Un’impresa che richiede grande coraggio, ma anche tanto sangue freddo e determinazione. E’ un gesto folle e pericoloso, ma non ripetere in alcun modo. Tuttavia, un italiano di 29 anni ha voluto provare l’ebrezza di saltare, a bordo della sua auto, un ponte levatoio di San Pietroburgo. In quegli attimi, nel pieno della notte di venerdì 19 aprile 2019, nella cittadina russa sembrava di essere tornati sul set di Blues Brothers.

Italiano salta ponte levatoio in Russia

Il ponte di Sampsonievskij, nel pieno centro della capitale del nord, si era appena messo in movimento. Così il 29enne avrebbe accelerato oltrepassando le barriere protettive nel tentativo di saltare da una parte all’altra del ponte. Il salto ha avuto successo. Tuttavia, non sono mancati i problemi all’atterraggio.

La vettura è rimasta priva del parafango anteriore, saltato via a causa del violento impatto sull’asfalto.

Il ragazzo, che era accompagnato da una russa 34enne, ha riportato ferite al capo e a una gamba, mentre la passeggera un trauma lombare “di media entità”. Così riporta Leggo.it sulla base delle notizie divulgate dai media russi. L’italiano autore del folle gesto ha commentato su Facebook la bravata. “Sono pieno di adrenalina, ho perso il cellulare, c’era sangue ovunque”, riporta il Quinto Canale russo. E ancora: “In 29 anni di vita è la prima volta che vengo ammanettato, gli agenti non hanno voluto accettare la mia patente italiana”. Tuttavia, non è chiaro se il 29enne si trovi in stato di fermo.

I due, dopo le prime cure fornite sul posto dell’incidente all’arrivo dei soccorsi, sono stati ricoverati presso l’ospedale Mariinsky.

Il vice primario, interpellato dall’agenzia FAN, ha raccontato che l’italiano è stato dimesso nella notte “in buone condizioni”. La ragazza, invece, è “ancora ricoverata” presso la struttura, fa sapere Leggo.it.

Gli agenti stanno svolgendo le dovute indagini per accertare i fatti e le autorità consolari italiane sono state informate della situazione. Secondo il Quinto Canale, che cita fonti di pubblica sicurezza, “sarà difficile che il ragazzo affronti le sue responsabilità data la cittadinanza straniera. Il caso è delicato e il processo si svolgerà coinvolgendo le rappresentanze diplomatiche”.

Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.


Contatti:

Contatti:
Asia Angaroni

Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.

Leggi anche