Bimba di 10 anni morta per “troppa agitazione” su uno scivolo d’acqua
Esteri

Bimba di 10 anni morta per “troppa agitazione” su uno scivolo d’acqua

Bimba morta scivolo d'acqua

I medici hanno diagnosticato a London Eisenbeis la sindrome del QT lungo: è morta a nove giorni dal ricovero.

Ha aspettato per due anni di poter scendere lungo il Super Loop Speed Slide nel parco acquatico Zehnder’s Splash Village di Frankenmuth, nel Michigan. Ma proprio l’emozione di salire su quell’attrazione l’ha portata alla morte. La vittima di un così tragico e inaspettato incidente è London Eisenbeis, deceduta a soli 10 anni per “troppa agitazione“, si apprende dal Daily Mail. L’eccitazione ha portato il suo cuore a battere a un ritmo anomalo, provocando un arresto cardiaco mentre la piccola era ancora sullo scivolo.

Bimba morta sullo scivolo

“Stiamo per girare dei video mentre scendiamo lungo gli scivoli d’acqua, quindi restate connessi per altre immagini”. Con queste parole la piccola London ha annunciato il suo ingresso nel parco acquatico in un video registrato solo 45 minuti prima del decesso, insieme alla sorella maggiore Eden. Aveva finalmente raggiunto l’altezza necessaria per poter accedere al Super Loop Speed Slide e percorrere, in 6.9 secondi, le sue salite e discese, fino al famoso giro di 360 gradi.

“All’inizio dello scivolo che ha percorso si sente il suono del battito di un cuore“, ha raccontato la madre della bambina al The Sun. “Mio marito ha detto che questo lo rende ancora più spaventoso. Chi poteva immaginare che lei sarebbe uscita da quel tunnel senza avere più alcun battito?”.

London Eisenbeis

Le parole della madre

La donna ha ripercorso quei drammatici momenti: “London ha guardato suo padre, gli ha mostrato i pollici sollevati e ha sorriso. È scesa lungo lo scivolo e ne è uscita in arresto cardiaco“. La madre li aspettava seduta dall’altra parte del parco. Ha sentito il suono del fischietto dei bagnini e ha pensato che uno dei bambini stesse “combinando qualche guaio. Ma dopo qualche minuto ho visto gli sguardi terrorizzati delle altre donne. Una di loro stava camminando insieme a due bambini e ha detto: ‘Qualcuno è annegato‘. Ho cominciato ad agitarmi”. Allora ha raggiunto il marito, Jerry, vicino allo scivolo: “Stava guardando a terra, c’erano delle lenzuola tirate e ho capito che si trattava di uno dei miei figli. È stato terribile. Non c’è stato alcun sintomo. Fino al giorno prima, faceva capovolte in aria [London era una ginnasta, ndr]”.

Bimba morta

La diagnosi

Immediata la corsa in ospedale, dove le hanno diagnosticato la sindrome del QT lungo, una rara patologia che provoca aritmie cardiache, palpitazioni, svenimenti e morte improvvisa. I medici sono riusciti a rianimarla, ma durante i giorni di ricovero è andata nuovamente in arresto. A nove giorni dall’incidente sullo scivolo, è sopraggiunto il decesso. “Ha combattuto per nove giorni all’ospedale, poi ha ottenuto le sue ali di angelo”, ha concluso la madre.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.