×

Il neonato era nel water del McDonald’s: 27enne evita il carcere

In California una mamma 27enne accusata di tentato infanticidio patteggia la pena. La donna aveva partorito nel water del McDonald's dove lavorava.

mamma McDonald's

Un neonato viene ritrovato nel water di un McDonald’s in California, con la testa nell’acqua. La madre del bambino, la 27enne Sarah Jane Lockner accusata di tentato infanticidio, eviterà la prigione grazie al patteggiamento raggiunto con i pubblici ministeri.

La donna dovrà scontare solo quattro anni di libertà vigilata.

Partorisce al McDonald’s

La vicenda risale al 2017. All’epoca dei fatti Sarah Jane Lockner lavorava come cassiera in un McDonald’s della California. Improvvisamente ha accusato dei forti crampi all’addome e si è diretta in bagno. Quando una collega, preoccupata, è andata a vedere come stesse si è accorta che sul pavimento c’era del sangue. La 27enne però le avrebbe risposto che si trattava solo di un “ciclo abbondante”.

E’ accorsa quindi un’altra collega la quale, affacciandosi nella toilette, ha visto Sarah che guardava nel water. All’interno c’era un neonato con la faccia dell’acqua. La collega ricorda che la mano della 27enne era in quel momento appoggiata sulla schiena del bambino, e chiese di non chiamare la polizia.

I soccorsi invece arrivarono immediatamente. Il neonato fu trovato “senza respiro e senza polso”: dopo essere stato rianimato fu messo per un periodo in coma farmacologico.

Miracolosamente, ora il piccolo sta bene.

Incinta senza saperlo

Nel corso del processo, sia il fidanzato che i colleghi hanno riferito di essere all’oscuro del fatto che Sarah Jane Lockner fosse incinta. La stessa donna afferma di non essersi mai resa conto di essere in stato interessante. Anche cinque anni prima, quando diede alla luce il suo primo figlio, sostenne di non aver capito che stava portando avanti una gravidanza.

Le autorità hanno imposto alla 27enne di prendere lezioni di genitorialità.

Contents.media
Ultima ora