×

Inghilterra, morta una ragazza 15enne dopo aver assunto dell’ecstasy

Non c'è stato nulla da fare per la ragazza: inutili i tentativi di rianimazione e la corsa in ospedale dell'ambulanza, la giovane è morta poco dopo.

In Inghilterra una giovane quindicenne è morta pochi attimi dopo aver assunto una dose di ecstasy. La tragedia è avvenuta ad Applegarth Car Park, Northallerton, durante sabato 11 maggio 2019. Inutili i tentativi di rianimazione e la corsa all’ospedale James Cook di Middlesbrough: Leah Heyes, la quindicenne, è morta poco dopo l’arrivo in pronto soccorso.

Le forze dell’ordine locali, secondo quanto riporta fanpage.it, hanno dichiarato: “Le indagini hanno portato alla luce che la ragazza ha assunto dell‘MDMA e sono in corso accertamenti per determinare se la droga ha portato alla morte”. La polizia ha già arrestato un adolescente, il quale è ritenuto colpevole di aver venduto la pasticca alla vittima. “Questo è un evento incredibilmente triste e tragico e sono in corso indagini della polizia per determinare gli eventi intorno alla morte della ragazza”, ha detto il detective incaricato del caso, Jon Sygrove, “I nostri pensieri vanno alla sua famiglia e ai suoi amici.

Mentre proseguiamo le nostre indagini, consiglierei a chiunque abbia acquistato MDMA di recente di essere cauto nell’assumerlo”.

I messaggi di vicinanza alla vittima

Non sono sicuramente mancati i messaggi di vicinanza alla giovane adolescente sui vari social network. “Non prendete le droghe che derubano il futuro. Per la mia più cara amica al mondo, vorrei prendere questo momento per dire quanto una notte possa essere sbagliata. Ieri ho perso la mia migliore amica per colpa della droga, potresti pensare che è tutto divertimento, che è un gioco, fino a quando non finisce che perdi qualcuno”, questo il più straziante dei messaggi condiviso da un amico di Leah.

Nato a Varese, classe 95. Ha collaborato con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Fabio Rossi

Nato a Varese, classe 95. Ha collaborato con Notizie.it.

Leggi anche