Usa, 19enne incinta trovata morta: “Bimbo strappato dal grembo”
Esteri

Usa, 19enne incinta trovata morta: “Bimbo strappato dal grembo”

19enne incinta trovata morta
19enne incinta trovata morta

Marlen Ochoa-Lopez sarebbe stata uccisa da una donna di 46 anni conosciuta tramite un gruppo Facebook dedicato alle giovani madri.

È stata trovata senza vita a 20 giorni dalla scomparsa, in un bidone alla periferia di Chicago. Di Marlen Ochoa-Lopez, 19enne incinta, si erano perse le tracce lo scorso 23 aprile, informa Fanpage. Secondo quanto emerso dalle indagini preliminari condotte dalla polizia dell’Illinois, Marlen sarebbe stata uccisa da una donna di 46 anni, che le avrebbe poi strappato il feto dal grembo, rivendicando il bambino come proprio. Le due donne si erano conosciute proprio nel corso della gravidanza della 19enne. Entrambe facevano parte di un gruppo Facebook dedicato alle giovani madri.

Uccisa giovane donna incinta

Dopo averla contattata tramite Facebook, la 46enne avrebbe invitato la giovane incinta a raggiungerla nella sua casa, nella zona di Scottsdale, promettendole che le avrebbe regalato dei vestiti per il nascituro. Ma, non vedendola tornare, la famiglia ne ha denunciato la scomparsa. Nelle stesse ore, la donna ha effettuato una telefonata al 911 chiedendo aiuto e affermando di aver appena partorito in casa.

Il bambino è venuto alla luce in gravissime condizioni, tanto da spingere la 46enne ad affermare che “è molto malato e sta per morire” e a dare vita a una raccolta fondi per le spese del funerale. Attualmente il neonato è vivo ma resta ricoverato in condizioni critiche: ha riportato danni cerebrali e respira grazie a un macchinario, riporta il Chicago Sun-Times.

Le indagini

Solo alcune analisi condotte successivamente hanno rivelato che la 46enne non è la madre biologica del bambino e hanno permesso di risalire all’identità della 19enne e del marito, Yiovanni Lopez. “La mia famiglia è distrutta”, ha dichiarato l’uomo ai media locali. “Mi hanno portato via la donna della mia vita. Spero che prendano i responsabili e che li puniscano”. Il portavoce della polizia di Chicago, Anthony Guglielmi, ha riferito: “Almeno sette persone sono attualmente interrogate dai nostri agenti in relazione alla morte di Ochoa-Lopez. Crediamo che tutti loro abbiano avuto un ruolo in questo incredibile atto di violenza”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.