Padre violenta la figlia di 5 anni: sorpreso dalla moglie | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Sorpreso dalla moglie mentre violenta la figlia: “E’ più brava di te”
Esteri

Sorpreso dalla moglie mentre violenta la figlia: “E’ più brava di te”

padre stupra figlia

La vicenda è venuta alla luce solo nel 2014, quando la vittima ha avuto il coraggio di denunciare gli stupri.

La drammatica notizia arriva dalla città di Brisbane, in Australia. Un uomo è stato condannato da un tribunale locale a pagare un risarcimento di un milione di dollari alla figlia dopo avere abusato di lei per gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza. Le violenze sessuali sarebbero cominciate negli anni Settanta, quando la donna non era più che una bambina, e si sarebbero ripetute con la complicità della madre. Quest’ultima, infatti, non avrebbe denunciato il marito per paura di ritorsioni. L’uomo, stando a quanto riportato, avrebbe infatti minacciato di morte lei e il resto della famiglia. Considerati i disturbi psichici riportati dalla vittima, tra cui ansia, depressione, incubi e stress post traumatico, il giudice non ha potuto che optare per un cospicuo risarcimento come quello stabilito.

La vicenda

A denunciare le violenze dopo decenni, nel 2014, è stata la stessa vittima, oggi adulta, che ha raccontato agli inquirenti la terribile storia della sua infanzia.

Quando aveva solo 5 anni, il padre iniziò ad abusare di lei. Un giorno la madre lo colse in flagrante proprio mentre stava violentando la bambina e lui l’avrebbe minacciata, insultata e derisa dicendole: “Le sto solo insegnando come si fa ed è più brava di te”.

L’uomo aveva instaurato nella casa di famiglia un vero e proprio regime del terrore, che coinvolgeva non solo la madre e la ragazzina, ma anche gli altri figli, costantemente minacciati di morte.

La vittima delle violenze ha raccontato che era così terrorizzata da suo padre che per lungo tempo ha preferito dormire sotto la loro casa loro a Toowoomba (vicino a Brisbane) o in macchina per evitarlo.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche