Morto Harry, Hamilton ricorda il suo piccolo tifoso
Esteri

Morto Harry, Hamilton ricorda il suo piccolo tifoso

Morto Harry, Hamilton ricorda il suo piccolo tifoso
Morto Harry, Hamilton ricorda il suo piccolo tifoso

"Grazie amico e ispirazione". Lewis Hamilton si è unito al cordoglio per la morte del piccolo Harry, bimbo di 5 anni e grande fan del campione F1.

Harry Shaw ha perso la sua battaglia. Secondo quanto riporta il sito di Formula Passion, il bambino di 5 anni tifoso di Lewis Hamilton è morto nel suo letto d’ospedale, dove trionfante sfoggiava il trofeo da Primo Classificato, donatogli dal pilota di Formula 1, quello stesso campione che oggi su Twitter omaggia il suo piccolo fan, unendosi al cordoglio dei genitori del bimbo, che avevano organizzato una raccolta fondi per fargli avere le cure adeguate. Chi gli è stato vicino nelle sue ultime ore ha scritto in un post sui social: “Ha combattuto fino alla fine“.

Morto il piccolo Harry

Grazie, amico e ispirazione“. Lewis Hamilton ha reso omaggio al suo piccolo tifoso. Il campione ha seguito la vicenda di Harry da molto tempo, quando il bambino gli ha fatto pervenire un messaggio grazie alla mediazione dei suoi genitori. Hamilton si è preso cura fin da subito delle vicende del piccolo, tanto da aver sollevato la questione sui propri social, facendo guadagnare visibilità alla raccolta fondi dei genitori. Purtroppo, la solidarietà dimostrata dai fan di Hamilton e dalle persone vicine alla famiglia non sono bastate e il piccolo Harry ha ceduto il passo alla sua malattia.

“Ha lottato fino alla fine”

Ad aggravare ancora di più la notizia è stato un post dei genitori, che sono rimasti a fianco di Harry fino all’ultimo.

Sarebbe facile dire che il bimbo se ne sia andato serenamente, ma secondo quanto riferito dal suo papà e dalla sua mamma sui social, le ultime ore del bimbo non sono state serene: “Vorremmo dire che Harry è morto in pace e conforto”, hanno scritto i genitori, per poi aggiungere che “fino a un certo punto lo ha fatto, morendo a casa nel suo letto, circondato dai suoi giocattoli e dalle persone che amava. Ma la verità è che le ultime settimane della vita di Harry sono state segnate da terribili sofferenze che nessun umano, non ultimo un bambino di cinque anni, dovrebbe sopportare”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Andrea Danneo
Palermitano di nascita, milanese acquisito, ho iniziato a scrivere di Rugby e di Basket sul web. Dopo una bella esperienza in un sito di informazione locale, mi sono laureato in "Lettere moderne" a Milano e ho concluso la mia formazione alla scuola di Giornalismo dell'Università Cattolica. Lettore di libri incallito, inseguo il sogno di raccontare le piccole e grandi storie, sia in forma scritta, sia in video.