×

Rumore ed immondizia: donna inglese diventa l’incubo dei vicini

Il precedente affittuario della donna aveva conteggiato oltre 25mila sterline di danni nell'abitazione dalla quale era stata sfrattata.

vicini-inghilterra

Insolita vicenda quella che giunge dal Regno Unito, dove una donna sta diventando l’incubo di tutti i suoi vicini a causa del suo stile di vita poco ortodosso. La signora Katie Bentley infatti, dopo essere stata sfrattata a marzo, si ritrova ora in contrasto anche con i suoi attuali vicini di casa.

Motivo della discordia: i continui schiamazzi che provengono dalla sua casa, la quale sembra essere più il ritrovo di vagabondi e sbandati che una vera e propria abitazione.

Le lamentele dei vicini

Come riporta il quotidiano inglese Metro, nel marzo di quest’anno la signora Bentley era già stata sfrattata dal suo precedente affittuario, Phil Withnall, il quale oltre ai noti schiamazzi notturni aveva conteggiato oltre 25mila sterline di danni.

Il signor Withnall aveva infatti scoperto buchi nelle pareti, vetri rotti, assi di legno divelte e cumuli di spazzatura.

Nella sua nuova residenza di West Hull le cose non sembrano però essere cambiate. I suoi nuovi vicini affermano infatti di sentire urla provenienti dalla casa per tutta la notte. Una donna che abita nelle vicinanze ha affermato: “Ci sono feste tutta la notte. Il suo appartamento è pieno di spazzatura e ci sono sempre persone che entrano ed escono.

Tutti hanno paura e tutta la strada è sempre in subbuglio. I vicini dall’altra parte della strada stanno vendendo la loro casa e io sono sull’orlo di un esaurimento nervoso. Non posso più sopportare tutto questo. Mio marito lavora e sta perdendo il sonno a causa della musica alte e dell’andirivieni della gente”.

Lamentele simili arrivano anche dal signor Mohammed Zulfiqar, anch’egli residente nelle vicinanze della casa della signora Bentley: “Finisco di lavorare a mezzanotte e fanno rumore per tutto il tempo. Litigano tra loro e questo è un grosso problema. Ho due figlie di 15 anni che vanno a scuola e talvolta non riescono a dormire a causa del rumore e della musica. Tutto ciò è molto frustrante”. Sempre Zulfiqar ha inoltre ammesso che vorrebbe cambiare casa, ma che non ha al momento abbastanza soldi per permettersi di farlo: “Sembrano semplicemente dormire durante il giorno e svegliarsi la sera, per poi restare svegli tutta la notte. Questo crea problemi per le famiglie che lavorano”.

La risposta della signora Bentley

Contattata dalla testata Hull Live al suo nuovo indirizzo di residenza, la signora Bentley ha risposto alle accuse dichiarando di essere lei vittima delle persone che entrano in casa sua: “Sono andata in prigione ad ottobre per una settimana dato che non volevo consegnarmi alla polizia. Mentre ero in prigione, le mie finestre sono state fatte a pezzi. Tutti i rumori forti che i vicini sentivano ero io che venivo picchiata. Ero io che chiedevo aiuto. Non sono rimasta nella mia casa. Mi sono rifugiata dovunque potevo perché ero stato troppo spaventata per tornare a casa”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora