×

Foglie di banano al posto della plastica, l’idea dei paesi asiatici

L'iniziativa è stata apprezzata anche dai clienti: "Così sono più invogliato a comprare in grandi quantità".

foglie di banano

I supermercati del Vietman hanno deciso di combattere una dura lotta contro le plastiche monouso, decidendo di eliminare completamente le buste che contenevano alcuni cibi, sostituendole con delle foglie di banano. Ad avere per primo l’idea è stato il supermercato thailandese Rimping Chiangmai, che ha postato su Facebook alcune foto che mostravano la nuova pratica adottata. Il post ha riscosso un notevole successo, tanto che, vista la grande pubblicità, anche i supermercati di Hanoi, capitale vietnamita, hanno deciso di seguire l’esempio. Ma la ricerca non si è fermata, e molte catene si stanno dando da fare per proporre altri tipi di confezionamento alternativo. Big C, ad esempio, offre già sacchetti biodegradabili fatti con polvere di mais.

Progetto in espansione

Per il momento si tratta di una fase sperimentale, e il nuovo packaging è stato applicato a frutta e verdura.

Alcune catene hanno però fatto sapere che vorrebbero estendere il nuovo tipo di confezionamento anche ai prodotti a base di carne fresca. Stando a quanto riferito dalla portavoce di Lotte Market, una delle catene che ha aderito al progetto, si tratta per il momento di un test, ma non è escluso che l’iniziativa possa poi estendersi a livello nazionale. Il Vietnam è infatti il quarto paese al mondo per numero di rifiuti in plastica scaricati nell’oceano e sforzi in questo senso sono di massima importanza.

La reazione dei clienti

I destinatari finali di tali prodotti, i clienti, sembrano essere soddisfatti della scelta. “Quando vedo la verdura avvolta in queste bellissime foglie di banano sono più disposto ad acquistare in grandi quantità” ha detto un uomo.

“Penso che questa iniziativa aiuterà le persone ad essere più consapevoli e proteggere l’ambiente” hanno commentato ancora.

Gli altri paesi asiatici

Stando ad alcune ricerche, pare che anche la Corea del Sud abbia vietato l’uso di sacchetti in plastica usa e getta, richiedendo ai supermercati di fornire ai clienti contenitori riciclabili. I supermercati di Singapore hanno invece lanciato campagne per sensibilizzare la popolazione nel ridurre l’uso di sacchetti di plastica. In Cina i sacchetti di plastica sottile sono stati vietati già nel 2008, e nell’arco del decennio è stato registrato un calo del 66% per quanto riguarda il consumo di tali sacchetti.


Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Caricamento...

Leggi anche