Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Trump rivela per sbaglio parti dell’accordo col Messico sui migranti
Esteri

Trump rivela per sbaglio parti dell’accordo col Messico sui migranti

dazi trump

Sventola l'accordo appena firmato con il Messico per bloccare i migranti e gli zoom delle macchine fotografiche ne catturano parti rimaste segrete.

Nuova gaffe di Donald Trump. Il tycoon sventola il foglio dell’accordo che scongiura i dazi con il Messico durante una conferenza stampa alla Casa Bianca. I fotografi riescono ad immortalare così alcune parti dell’intesa non diffuse al pubblico. Il tema immigrazione però sembra stancare gli americani, almeno in base ad un sondaggio.

Dazi evitati

“Sono lieto di informarvi che gli Stati Uniti d’America hanno raggiunto un accordo firmato con il Messico. Le tariffe che avrebbero dovuto essere applicate dagli USA da lunedì contro il Messico sono state dunque sospese a tempo indeterminato. Il Messico, a sua volta, ha accettato di adottare misure forti per arginare la marea di immigrati attraverso il nostro confine meridionale” aveva annunciato su Twitter Donald Trump.

Dopo l’annuncio, il vicepresidente Mike Pence ha aggiunto: “La forte posizione del presidente USA ha spinto il Messico a fare cose che non avevano mai fatto prima: 6.000 guardie nazionali al confine meridionale, posti di controllo dell’immigrazione in tutto il Messico e permettere a tutti gli immigrati illegali provenienti dall’America Centrale di rimanere in Messico in attesa delle loro richieste di asilo”.

La parte segreta dell’accordo

Ma nell’accordo sembra esserci anche dell’altro.

Trump infatti si è reso protagonista di un’ennesima gaffe (anche se meno grave di quella sulla Luna). Il tycoon ha infatti sventolato in conferenza stampa il foglio dell’intesa appena firmata, ed i fotografi armati di zoom non hanno perso l’occasione per estrapolare alcuni dettagli che finora non erano stati resi noti.

E’ emerso quindi che se entro 45 giorni il flusso dei migranti al confine non sarà arginato in base a risultati determinati “a sua discrezione” da Washington “il governo del Messico – si legge – dovrà prendere tutte le misure necessarie secondo il diritto interno per mettere in vigore l’accordo”. In sostanza, ci dovrà essere un inasprimento delle leggi nazionali messicane contro l’emigrazione.

I sondaggi

L’obiettivo dell’amministrazione Trump è rendere infatti il Messico un “Paese terzo sicuro”. Per far questo l’amministrazione messicana dovrà quindi adottare una politica tale da costringere i migranti che vogliono ottenere asilo negli Stati Uniti a fare domanda nel Paese centroamericano, dove dovranno soggiornare per tutto il tempo che la richiesta sarà esaminata.

Il tema immigrazione però sembra cominciare ad appassionare sempre di meno gli statunitensi.

In base ad un sondaggio condotto agli inizi di giugno 2019 dalla Quinnipiac University Donald Trump sarebbe sotto l’ex vicepresidente Joe Biden di ben 13 punti. Ma anche gli altri democratici sarebbero preferiti al tycoon se dovessero andare alle urne, con Bernie Sanders avanti di 9, la senatrice californiana Kamala Harris di 8, la senatrice Elizabeth Warren di 7 ed il sindaco di South Band Indiana Pete Buttigieg di 5.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche