×

India, caldo killer: quattro morti in un treno affollato

Scuole e università chiuse, le autorità esortano i cittadini a rimanere in casa: le temperature sfiorano i 50°.

mano treno

Il caldo miete ancora vittime. Sarebbero quattro i morti in un treno affollato che viaggiava verso Kerala, India. Il mezzo era privo di aria condizionata e le temperature avrebbero raggiunto i 50 gradi: si contano già decine di morti nell’ultimo mese nello Stato Indiano, con il caldo che sembra volersi protrarre ancora con temperature addirittura maggiori di quelle attuali. Gli ospedali si attrezzano.

Morti dal caldo

Sono quattro i pellegrini indiani morti in un treno affollato senza aria condizionata. Le vittime, d’età compresa tra i 69 e gli 81 anni, non hanno retto le temperature che hanno toccato i 48 gradi, crollando a terra nella loro carrozza. Nonostante l’intervento tempestivo, una volta giunti sul posto, i medici li hanno dichiarati fin da subito senza vita.

L’incidente questa volta sarebbe avvenuto nella stazione di Jhansi, con i passeggeri che ritornavano nello stato meridionale del Kerala dopo una visita alla città santa di Varasi nel nord del paese. I corpi saranno sottoposti a un’autopsia, mentre un quinto passeggero si trova in ospedale in condizioni critiche.

Temperature in aumento

Sono molti gli indiani poveri costretti a viaggiare in carrozze senza aria condizionata per via dei costi troppo elevati dei mezzi che ne sono muniti. L’improvvisa ondata di caldo ha imposto la chiusura di scuole e università e la diffusione di un bollettino che consiglia ai cittadini di rimanere in casa durante il giorno. Le autorità hanno gettato acqua negli stati più caldi, dove le temperature hanno già raggiunto i livelli record di 50,6°C dall’inizio del mese.

Gli ospedali hanno già provveduto a organizzarsi, installando reparti di emergenza con condizionatori d’aria, dispositivi di raffreddamento e munendosi di medicinali per la conseguente scarsità d’acqua. In India l’aumento delle temperature segue una tendenza: da quando vengono registrate (1901), 11 dei 15 anni più caldi si sono verificati dal 2004 in poi. La temperatura indiana registrata più alta è di di 51°C, a Phalodi, nel Rajasthan, nel 2016.

Nata a Senigallia, classe 1994, è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera ed ha frequentato l'Ecole Supérieur de Journalisme. Oltre che con Notizie.it, collabora con Waamoz.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Lavinia Nocelli

Nata a Senigallia, classe 1994, è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera ed ha frequentato l'Ecole Supérieur de Journalisme. Oltre che con Notizie.it, collabora con Waamoz.

Caricamento...

Leggi anche