Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Usa, crepe sul pavimento di vetro della Willis Tower di Chicago
Esteri

Usa, crepe sul pavimento di vetro della Willis Tower di Chicago

willis tower vetro

Il vetro della struttura si crepa all'improvviso. Immediate le dichiarazioni della Willis Tower: "Nessuno era in pericolo."

Si scheggia lo strato protettivo dello SkyDeck della Willis Tower: grande paura per i visitatori. Il vetro si è infatti crepato in migliaia di pezzi, diffondendo il panico tra coloro che si trovavano all’interno dell’attrazione. Immediate le dichiarazioni della Willis Tower alla WBBM: “Nessuno era in pericolo, lo strato protettivo ha fatto quello che doveva fare.” Non è la prima volta che si verifica un episodio del genere.

Istanti di paura

Le immagini riprese da Jesus Pintado, un residente di Chicago, non rendono giustizia alla paura del momento. I visitatori dello SkyDeck hanno vissuto istanti di panico nel pomeriggio del 12 giugno, quando lo strato protettivo dell’attrazione si è scheggiato in migliaia di pezzi. “C’era una donna con due bambini e sembravano davvero pallidi e spaventati perché il pavimento si era appena rotto”, ha detto Pintado a WBBM, affiliata della CNN. La cabina panoramica in vetro si estende dal 103esimo piano della Willis Tower, con una sporgenza progettata per contenere fino a cinque tonnellate di peso e che presenta un rivestimento destinato a proteggere dai graffi.

Ogni anno attrae 1 milione e mezzo di visitatori.

2014, stesso episodio

Non è però la prima volta che un episodio del genere si verifica nella struttura: lo strato protettivo si era difatti incrinato già nel maggio 2014, creando un panico simile. Al tempo, era stato il turista Alejandro Garibay il testimone dell’evento: l’uomo aveva dichiarato alla WGN di aver visto delle linee formarsi nel pavimento della struttura. Spaventato, si era allontanato dalla sporgenza. Immediate le dichiarazioni della Willis Tower all’affiliata della CNN “WBBM“, quale ha affermato “Nessuno era in pericolo, lo strato protettivo ha fatto quello che doveva fare.”

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche