Cambogia, crollato edificio di 7 piani: almeno 3 morti
Esteri

Cambogia, crollato edificio di 7 piani: almeno 3 morti

crollo cambogia

Un palazzo di 7 piani in costruzione è crollato all'improvviso. Persone intrappolate sotto le macerie.

E’ di almeno 3 morti e 30 persone intrappolate il primo bilancio del crollo di un palazzo di 7 piani in Cambogia. Si tratta di un edificio ancora in costruzione, motivo per il quale le tre vittime sarebbero operai che stavano lavorando sul cantiere. La tragedia è avvenuta nella città costiera di Sihanoukville. Stando a quanto riferito dalle autorità locali, i soccorritori sono al lavoro per verificare l’eventuale presenza di persone intrappolate sotto le macerie. Al momento del crollo, infatti, in cantiere c’erano almeno una cinquantina di persone. Le vittime sarebbero tutte persone di origine cambogiana, i quali stavano utilizzando la struttura, in corso di completamento, come dormitorio.

Ignote le cause

Non sono ancora chiare le ragioni che hanno portato al crollo completo della palazzina in costruzione. Ciò che è certo è che all’improvviso, quando erano quasi le 5 del mattino, i 7 piani sono crollati, non lasciando scampo a tre delle persone presenti all’interno dell’edificio.

I proprietari della palazzina sarebbero di nazionalità cinese. E’ stato il ministro dell’informazione, Khieu Kanharith, a dare la notizia della morte dei 3 addetti ai lavori. Non è ancora definito il numero esatto dei feriti, ma sarebbero più di una decina. Almeno due persone sarebbero finite in ospedale in gravi condizioni, ma le notizie a riguardo al momento sono frammentarie.

In corso le indagini

Come riporta il Washington Post, il governatore della provincia di Preah Sihanouk, Yun Min, è stato raggiunto telefonicamente e ha fatto sapere che l’edificio era di proprietà di un investitore cinese che avrebbe affittato i terreni per la costruzione di un condominio. Si tratterebbe di un’operazione svolta spesso dagli investitori che decidono di costruire proprio nella località balneare. Il governo ha inoltre dichiarato che quattro persone di nazionalità cinese sarebbero già state interrogate in relazione al crollo. Tra loro anche il supervisore alla costruzione del palazzo. A quanto si apprende, l’edificio era completo all’80%.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Antonella Ferrari
Classe 1995, lodigiana di nascita, grande appassionata di danza, sport e viaggi. Laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano, coltiva da sempre l’interesse per il giornalismo. Dopo aver svolto uno stage nella redazione di un quotidiano locale, da ottobre 2018 collabora con Entire Digital Publishing in qualità di redattrice per Notizie.it.