×

Usa, neonata trovata viva in un sacchetto di plastica nel bosco

Negli Usa è avvenuto un miracolo: la piccola India è stata abbandonata in un bosco all'interno di una busta di plastica, ma è ancora viva.

bambina sacchetto plastica_censored
bambina sacchetto plastica_censored

Una bambina neonata è stata ritrovata viva all’interno di una busta di plastica a inizio giugno. L’ufficio dello sceriffo statunitense ha deciso di diffondere il video che mostra il momento del miracolo. La piccola, infatti, si trovata in un sacchetto abbandonato nel bosco, ma era ancora viva. Le autorità della Georgia stanno ora cercando la madre della bimba che è stata chiamata India.

Un miracolo

Lo scorso 6 giugno le autorità della contea di Forsyth, in Georgia, avevano ritrovato una neonata all’interno di un sacchetto di plastica. La busta abbandonata nel bosco poteva causare il decesso della piccola. Tuttavia, grazie a un miracolo, la bimba è salva. Lo sceriffo della contea ha diffuso il video del ritrovamento di India, che piangeva a dirotto in quell’ambiente ostile.

Secondo le prime informazioni, a lanciare l’allarme sarebbe stato un residente della zona segnalando un sacchetto sospetto. Sul posto, quindi, sono intervenute le autorità che hanno aperto la busta trovando la piccola. Ancora sporca di sangue e con il cordone ombelicale attaccato, la neonata è stata avvolta in una coperta e tratta in salvo. La diffusione del video da parte dello sceriffo è un modo per ottenere informazioni sulla madre. I soccorritori, nel frattempo, hanno dato un nome alla piccola: India.

I soccorsi

Lo sceriffo Ron Freeman, infine, aveva parlato di un “intervento divino”: la segnalazione, infatti, è arrivata da un quartiere poco popolato. “Grazie a Dio sono usciti e hanno immediatamente chiamato il 911”. Riguardo l’intervento, invece, ha dichiarato: “Siamo scesi, l’abbiamo tirato su, c’era una povera bambina piccola avvolta in un sacchetto di plastica.

Era viva, piangeva, quindi abbiamo pensato che fosse un buon segno”.

La piccola India

Dopo quasi un mese dal suo ritrovamento, la piccola India sta crescendo in salute grazie alle cure del Dipartimento per i servizi per la famiglia e l’infanzia della Georgia. Lo sceriffo, infatti, lo ha fatto sapere tramite un post su Facebook. Infine, le autorità hanno ricordato che esiste una legge in Georgia che permette alle madri di lasciare i propri figli fino a 30 giorni con un dipendente di una struttura medica senza essere perseguite. Sono inclusi ospedali, vigili del fuoco, stazioni di polizia.


Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Caricamento...

Leggi anche