Accordo tra Ue-Mercosur: il ministro degli esteri argentino in lacrime
Esteri

Accordo tra Ue-Mercosur: il ministro degli esteri argentino in lacrime

ministro esteri argentina
ministro esteri argentina

L'Europa mette un freno al protezionismo di Trump siglando, dopo 20 anni di trattative, l'accordo di libero scambio con i paesi del Mercosur.

Il Ministro degli Esteri argentino ha firmato l’accordo di libero commercio Ue-Mercosur dopo 20 anni di negoziati. Jorge Faurie non è riuscito a trattenere l’emozione per un traguardo così importante per il suo paese ed è scoppiato in lacrime dopo la firma. In un file audio diffuso dal presidente Macrì su Twitter si riesce a sentire la voce emozionata del ministro: “Presidente… mi congratulo con lei.. Nella sua presidenza… abbiamo raggiunto… 20 anni di negoziati… abbiamo l’accordo Ue-Mercosur”.

Un accorso storico

L’Europa ha finalmente siglato l’accordo di libero scambio con i paesi del Mercosur (Brasile, Argentina, Uruguay e Paraguay). Dopo 20 anni di negoziati e trattative infinite, infatti, le due potenze hanno voluto dare il ben servito al protezionismo promosso da Donald Trump. Al tavolo di Bruxelles erano presenti tutte le premesse per giungere a un accordo e da entrambe le parti c’era la voglia di concludere il negoziato.

Il primo incontro tra Europa e Mercosur per definire una linea generale fu nel lontano 1999: in un primo momento c’era il timore di una ripercussione negativa sul mercato agricolo europeo e le resistenze americane non permettevano la mediazione. Negli ultimi mesi, inoltre, si sono verificati anche alcuni scontri: ad esempio, il neo presidente brasiliano Jair Bolsonaro si era schierato contro l’accordo con l’Europa. Ma tutti questi ostacoli finalmente sono stati superati con successo.

I dazi

Il commissario al commercio Cecilia Malmstroem ha dichiarato: “L’accordo farà risparmiare alle imprese europee oltre 4 miliardi di euro di dazi, quattro volte di più del nostro accordo con il Giappone, dando loro un vantaggio rispetto ai concorrenti di altre parti del mondo”. I governi di Argentina e Brasile, invece, hanno definito l’accordo “storico” in quanto frutto di un percorso durato 20 anni. Grazie a questo negoziato verranno eliminate le barriere commerciali riguardanti il settore automobilistico, quello dei componenti meccanici, prodotti chimici, prodotti farmaceutici, abbigliamento, calzature, tessuti e maglie.

A beneficiarne saranno anche i 260 milioni di cittadini coinvolti. I paesi del Mercosur, infine, riconosceranno la tutela di 357 prodotti alimentari e bevande europei Dop e Igp, 52 dei quali italiani.

L’agricoltura

Il commissario europeo all’agricoltura Phil Hogan chiarisce: “L’accordo Ue-Mercosur dà opportunità anche agli agricoltori europei. I nostri prodotti di alta qualità otterranno la protezione che meritano. Ci sono anche alcune sfide per gli agricoltori e la Commissione europea sarà disponibile ad aiutarli a farvi fronte. Apriremo ai prodotti agricoli del Mercosur con quote attentamente gestite che garantiranno che non vi è alcun rischio di invasione del mercato Ue, né minacce al sostentamento degli agricoltori”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Laura Pellegrini
Classe 1998, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società" con un grande sogno nel cassetto: costruire una carriera internazionale e un nome nel giornalismo politico. Amante dei viaggi e curiosa rispetto ai fatti di attualità, insegue con determinazione il suo obbiettivo.