×

India, pilota costretto a scaricare carburante: provoca esplosioni

In India un pilota dell'aeronautica militare ha provocato diverse esplosioni, dopo aver scaricato carburante e bombe.

esplosione

Dopo aver attraversato uno stormo di uccelli, il motore dell’aereo si è guastato e ha dovuto scaricare il carburante e le bombe. Così un pilota della Indian Air Force (IAF) ha causato diverse esplosioni. L’incidente è avvenuto ad Ambala, in India, il 27 giugno.

L’incidente in volo

Secondo quanto è stato riportato da Independent.co.uk, il 27 giugno 2019 un aereo della Indian Air Force (IAF) è entrato in collisione con uno stormo di uccelli ad Ambala, in India. Il pilota, a causa dello scontro con gli animali sfortunati, che ha causato un guasto al motore sull’aereo Jaguar, è stato obbligato a fare un atterraggio di emergenza. Perciò prima di atterrare, l’uomo ha dovuto scaricare i serbatoi di carburante e i Carrier Bomb Light Stores, una forma di bomba pratica.

Questo materiale, finito sul terreno sottostante, ha provocato diverse esplosioni. Le autorità si sono complimentati con il pilota, che ha avuto il merito di essere riuscito a valutare la situazione in pochi secondi e di aver seguito nei minimi dettagli la procedura operativa standard prevista per incidenti di questo tipo. In una dichiarazione, la Indian Air Force ha detto: “Le sue azioni testimoniano i più alti standard professionali dell’IAF che derivano da una vasta formazione operativa. La professionalità e la rapidità del pensiero del pilota non solo hanno salvato un bene da guerra ma anche la vita di molti civili nell’area adiacente l’aeroporto”. L’aereo dell’aeronautica indiana è scomparso vicino al confine con la Cina.

Nata a Cagliari, classe 2000, frequenta l'Università Bocconi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per l'Unione Sarda.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Francesca Sofia Cocco

Nata a Cagliari, classe 2000, frequenta l'Università Bocconi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per l'Unione Sarda.

Caricamento...

Leggi anche