Londra, cadavere cade da un aereo: trovato nel giardino di una casa
Esteri

Londra, cadavere cade da un aereo: trovato nel giardino di una casa

cadavere cielo

Da un aereo della compagnia Kenya Airways è caduto un cadavere di un uomo, finito nel giardino di una casa a Sud di Londra

Il corpo senza vita di un uomo è stato ritrovato nel giardino di una casa a sud di Londra. Secondo quanto hanno riferito i media inglesi, sarebbe precipitato da un aereo della compagnia Kenya Airways, diretto da Nairobi all’aeroporto di Heathrow.

Il cadavere nel giardino

Domenica 30 giugno un cadavere è stato rinvenuto nel giardino di una casa a Clapham, a Lambeth, nel sud di Londra. Si tratta del corpo senza vita di un clandestino, di cui non è ancora nota l’identità e l’età. L’uomo è precipitato da un aereo diretto da Nairobi, in Kenya, all’aeroporto internazionale di Heathrow di Londra. Secondo quanto ha riferito il Daily Mail, si trattava di un Boeing 787 della Kenya Airways, atterrato all’aeroporto alle 15:56. L’uomo si trovava all’interno del velivolo vicino all’apertura del carrello di atterraggio e la sua morte è stata causata probabilmente dal freddo. Quando il pilota ha aperto il carrello per iniziare le operazioni di atterraggio, il cadavere dell’uomo è stato risucchiato dal vortice ed è precipitato a terra finendo nel giardino di un’abitazione, nell’aerea vicina all’aeroporto londinese.“È estremamente raro che una persona possa sopravvivere nel vano del carrello dell’aereo, la temperatura in volo scende a -50 gradi.

E’ come se una persona provasse a sopravvivere 9 ore consecutive al Polo Sud indossando vestiti normali”: hanno detto gli esperti. Non si tratta del primo caso di questo tipo. Il 22 settembre 2012 un uomo di 30 anni, del Mozambico, era morto precipitando al suolo prima dell’atterraggio di un aereo proveniente dall’Angola.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Francesca Sofia Cocco
Nata a Cagliari nel 2000, si è diplomata al liceo classico con 100 e lode e frequenta l'Università Bocconi di Milano. Nel 2015 ha iniziato a collaborare con l'Unione Sarda, per cui scrive articoli di cronaca, cultura, spettacolo e opinione. Ha partecipato come inviata in sala stampa per Radio Bocconi al Festival della canzone italiana di Sanremo 2019.