Grecia, urne aperte: Tsipras rischia la sconfitta
Esteri

Grecia, urne aperte: Tsipras rischia la sconfitta

elezioni grecia

Elezioni anticipate in Grecia. Gli elettori sono chiamati alle urne per la terza volta in pochi mesi. Si prevede affluenza in calo.

Elezioni politiche anticipate in Grecia, dove le urne rimarranno aperte fino alle 18 per accogliere i 9,9 milioni di elettori chiamati a esprimere la propria preferenza. I sondaggi parlano di un ritorno al potere del partito conservatore Nea Demokratia, anche in virtù del risultato registrato alle Europee di maggio, quando ottenne più di 9 punti in più della sinistra di Syriza del premier uscente Tsipras. Il consenso attorno al 38% permetterebbe al partito, attualmente all’opposizione, di assicurarsi la maggioranza assoluta, anche grazie al bonus previsto dalla legge elettorale: 50 seggi parlamentari alla prima forza politica.

Tsipras verso la sconfitta

L’ultimo comizio elettorale si è tenuto venerdì sera, occasione nella quale Tsipras ha lanciato un appello agli elettori, ricordando i risultati ottenuti dal Paesi negli ultimi 4 anni: “Chiunque deve essere consapevole di dove stava la Grecia nel 2014 e di dove stiamo adesso. Non riconsegneremo le chiavi del Paese a chi l’aveva trascinato al lastrico“.

Il voto era previsto per il prossimo ottobre, ma a seguito della sconfitta alle ultime Europee, il premier si è visto costretto ad indire elezioni anticipate. Tuttavia, si tratta, contando anche le comunali e il voto Ue, della terza volta in pochi mesi che i greci sono chiamati alle urne. Per questo motivo, e per la concomitanza con le ferie estive, si prevede un calo dell’affluenza.

I sondaggi

Stando alle previsioni, il duello sarà tra Nea Demokratia e Syriza. Al terzo posto i sondaggi mettono i socialdemocratici di Kinal. Solo al 6,5% i socialisti, seguiti dai comunisti al 5%. Il neonazista Alba Dorata dovrebbe restare in Parlamento, mentre dovrebbe entrare il partito dell’ultradestra Soluzione Greca, nato da poco. Potrebbe entrare in Parlamento anche la sinistra di Mera25, il Fronte Europeo di disobbedienza realista dell’ex ministro delle finanze Yanis Varufakis, al 3,5%.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Antonella Ferrari
Classe 1995, lodigiana di nascita, grande appassionata di danza, sport e viaggi. Laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano, coltiva da sempre l’interesse per il giornalismo. Dopo aver svolto uno stage nella redazione di un quotidiano locale, da ottobre 2018 collabora con Entire Digital Publishing in qualità di redattrice per Notizie.it.