×

Jennifer Bell: “Voglio festeggiare il primo compleanno di mia figlia”

Jennifer ha solo 6 mesi di vita, ma ancora tanti sogni da realizzare. La 28enne è madre di due bambine e combatte per vederle crescere.

jennifer bell
jennifer bell

Jennifer Bell ha appena 28 anni, si è appena laureata in infermieristica e ha tanti sogni ancora da realizzare. Come tutte le giovani ragazze intende inseguire i suoi obbiettivi e lottare per guadagnarsi il futuro che merita. Purtroppo, però, a Jennifer è stata diagnosticata la malattia incurabile del mononeurone. Il suo più grande desiderio è poter festeggiare il primo compleanno di sua figlia Kacey, che oggi ha 9 mesi.

La malattia di Jennifer Bell

Jennifer è originaria di Milngavie, vicino a Glasgow, in Scozia: da poco si è laureata in infermieristica e davanti a lei ha ancora tutta la vita per realizzarsi. Purtroppo, però, a volte accadono degli intoppi nel percorso: la 28enne infatti soffre di una patologia incurabile. Quando era incinta di 7 mesi uno dei suoi parenti si è accorto delle difficoltà della giovane nell’esprimersi.

In quel momento a Jennifer è stata diagnosticata la malattia del motoneurone, legata alla famiglia della Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA). Inizialmente, però, si sperava si trattasse soltanto di un momento di stress: la giovane infatti, era una studentessa, lavorava part-time ed era incinta. Ma in seguito la patologia fu confermata. “A volte devo andare in bagno e mettere la testa in un asciugamano per piangere perché non voglio che le ragazze mi sentano – ha confessato Jennifer. – Sono così triste nel sapere che non le vedrò crescere. Ma le ragazze mi danno forza per continuare a combattere e ho ancora troppo da vivere”.

Il sogno

“Quando mi hanno detto cosa avevo, mi sono seduta e ho pianto. Avevo il cuore spezzato ma ho sentito un certo sollievo nel sapere cosa c’era che non andava” ha raccontato Jennifer.

“La prima cosa che ha chiesto all’infermiera è stata: ‘Per favore, dimmi da quanto tempo mi rimane’ e lei mi ha detto ‘circa nove mesi’. Tutto quello a cui potevo pensare era che Kacey non si sarebbe ricordata di me. Lei è solo una bambina”. Ma in questi mesi Jannifer non si è lasciata prendere dallo sconforto e ha proseguito la sua strada realizzando uno dei suoi sogni: la laurea in infermieristica. Poi ha nuotato insieme ai delfini, ha visto nascere Kacey e cadere il suo primo dentino. Ma a Jennifer manca ancora qualcosa: “Non voglio perdere un minuto. Mi piacerebbe portare le ragazze a Disneyland, vedere Kacey camminare e fare una prima festa di compleanno per lei”. La giovane madre, infine, intende sensibilizzare tutte le ragazze sulla sua malattia, perché nonostante sia poco conosciuta, “questa diagnosi ti insegna ad essere forte e ad amare ogni giorno le persone che ti stanno accanto”.


Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Caricamento...

Leggi anche