×

Francia, bagaglio troppo pesante: indossa 13 magliette

"Abbiamo avuto un po’ di problemi quando abbiamo fatto i controlli di sicurezza, tutti pensavano che stavamo contrabbandando qualche prodotto".

Qualunque persona che abbia mai viaggiato con i voli low cost sa di cosa stiamo parlando. Una lotta infinita tra passeggeri e compagnie aeree low cost per la grandezza del bagaglio a mano. Le policy continuano a restringere lo spazio disponibile ma questa volta un passeggero ha avuto un’idea geniale per eludere i controlli.

La vicenda

La vicenda ha come protagonista un uomo di 46 anni di origine scozzese, Josh Irvine. L’uomo fermato all’aeroporto di Nizza, per l’eccessiva dimensione e peso del suo bagaglio ha inventato uno stratagemma per poter passare i controlli senza dover pagare il supplemento. Ha deciso in indossare ben 13 t-shirt, il tutto sotto gli occhi del figlio che ha deciso di riprendere la scena.

Il video è diventato virale in poche ore, così l’autore delle riprese è stato intervistato dai media locali: “La ragazza al bancone del check-in ci ha chiesto se volevamo pagare, ma mio padre non ci ha pensato su un attimo: ha aperto la valigia e ha indossato velocemente 13 indumenti per arrivare al peso consentito e non spendere 100 euro in più”.

Il giovane, ha proseguito l’intervista dicendo: “Abbiamo avuto un po’ di problemi quando abbiamo fatto i controlli di sicurezza perché tutti pensavano che stavamo cercando di contrabbandare qualche prodotto nascondendolo sotto ai vestiti.

Per fortuna tutto è andato bene e ci siamo imbarcati risparmiando più di 100 euro”.

Casi simili

Lo stesso trucco in realtà è solo il remake di una situazione simile, filmata nel 2018 da Lee Cimmino. Attraverso il suo profilo twitter il giovane ha mostrato con un video, un tutorial su come indossare molteplici capi evitando di pagare il supplemento,

Marco Bruto, nato a Milano l'11 novembre 1995, laureando in "Scienze Sociali per la globalizzazione". Ho effettuato un tirocinio presso TMS, gruppo specializzato nella gestione di testate giornalistiche. Completano il mio profilo una forte passione per il giornalismo, i viaggi, la cronaca e gli esteri.


Contatti:

Contatti:
Marco Bruto

Marco Bruto, nato a Milano l'11 novembre 1995, laureando in "Scienze Sociali per la globalizzazione". Ho effettuato un tirocinio presso TMS, gruppo specializzato nella gestione di testate giornalistiche. Completano il mio profilo una forte passione per il giornalismo, i viaggi, la cronaca e gli esteri.

Leggi anche