Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Ryanair, un volo da incubo: a bordo 30 passeggeri ubriachi
Esteri

Ryanair, un volo da incubo: a bordo 30 passeggeri ubriachi

"È stato il peggior volo della mia vita. L’unico modo in cui possa descriverlo è quello di essere in un nightclub nel cielo".

Il racconto di un volo terrificante. Una testimone ha raccontato cos’è successo a bordo di un volo Ryanair diretto a Zara, in Croazia, da Manchster. L’equipaggio non ha fatto nulla per poter evitare questo scempio

Il racconto

Aneta Zukow, è una ragazza di ventiquattro anni, che ha deciso di descrivere ai media locali, ancora sconvolta, le terribili sensazioni vissute a bordo di un volo Ryanair. La ragazza, a bordo con il suo fidanzato, si è ritrovata a viaggiare assieme ad altri 30 passeggeri visibilmente ubriachi. Durante tutte le tre ore di viaggio, hanno urlato e vomitato nel corridoio dell’aereo.

La vicenda risale a Sabato 6 Luglio 2019 ma la notizia è uscita sui tabloid britannici solo Mercoledì 10 luglio. La ragazza ha così commentato la situazione: “È stato il peggior volo della mia vita, assolutamente spaventoso. L’unico modo in cui possa descriverlo è quello di essere in un nightclub a 10 mila piedi da terra”.

L’equipaggio

I 30 passeggeri secondo le testimonianze avevano già creato problemi durante le operazioni di imbarco del volo.

Causando oltre un’ora di ritardo nella partenza dell’aereo. Nessuno tra l’equipaggio però gli ha detto o impedito di salire a bordo. Una volta atterrati però, l’equipaggio si è preoccupato di avvisare la polizia che ha provveduto ad arrestare tre dei passeggeri molesti.

Ryanair si è difesa tramite un portavoce, affermando che: “L’ equipaggio del volo da Manchester a Zara ha chiesto l’assistenza della polizia all’arrivo, dopo che un certo numero di passeggeri è diventato molesto. L’aereo è atterrato normalmente e la polizia ha allontanato gli individui. La sicurezza ed il comfort dei nostri clienti, dell’equipaggio e dell’aeromobile sono la nostra priorità”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche