Georgia, finto rapimento: i due ragazzi volevano visibilità su Youtube
Esteri

Georgia, finto rapimento: i due ragazzi volevano visibilità su Youtube

georgia arrestati

Volevano avere visibilità su YouTube. I due ragazzi che hanno finto il rapimento sono stati fermati dalla polizia.

La smania di like e di follower porta la gente non solo a correre dei rischi ma anche a farli correre agli altri. Ha dell’assurdo la messa in scena preparata ad hoc da due ragazzi residenti in Georgia: si chiamano Ava Coleman e Christopher Jones Kratzer ed hanno rispettivamente 17 e 19 anni. Due attori sensazionali, ma non professionisti: i due sono infatti stati accusati per condotta pericolosa e per aver creato un falso allarme pubblico. Hanno inscenato un rapimento in modo che diventasse virale su YouTube.

Georgia, finto rapimento: la messinscena

Una pessima idea con il solo intento di guadagnare visibilità. Ava Coleman e Christopher Jones Kratzer hanno fatto preoccupare più e più testimoni che hanno iniziato a contattare la polizia avvertendola del rapimento ed esortandola ad intervenire. Una scena davvero realistica: la ragazza viene fatta salire forzatamente nel veicolo, si dimena e urla che il rapitore ha intenzione di ucciderla. La polizia si è catapultata alla ricerca del Suv ritrovato nel parcheggio di una Chiesa.

I due attori sono stati puniti: hanno creato il panico e hanno anche rischiato la vita perché i poliziotti avrebbero potuto sparare pur di salvare la ragazza.

Una vicenda a cui si fa fatica a credere. In Georgia la gente è libera di poter girare armata dunque il finto rapitore avrebbe potuto davvero farsi male. I poliziotti hanno iniziato ad avere qualche sospetto quando hanno rintracciato il proprietario del veicolo attraverso il numero di targa: era il padre di Ava Coleman. L’uomo aveva riferito agli agenti che sua figlia aveva preso la sua vettura per girare un film.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Giorgia Giuliano
Tra cronaca e ristoranti, collabora con diverse testate del mondo food e del fine drinking. Pugliese dal 1994, si laurea a Milano in "Comunicazione, media e pubblicità" e prosegue con un Master di Primo Livello in "Food & Wine Communication". Tempo fa ha bussato alla porta del giornalismo e a quanto pare qualcuno le ha risposto. Per Notizie.it scrive di cosa succede in Italia e nel mondo.