Bambino scomparso in Cina, ritrovato con software simile a FaceApp
Esteri

Bambino scomparso in Cina, ritrovato con software simile a FaceApp

bambino-scomparso-cina
Bambino scomparso in Cina

Un bambino cinese scomparso nel 2001 è stato ritrovato grazie ad un software per l'invecchiamento simile alla popolare applicazione FaceApp.

È una storia a lieto fine quella che giunge dalla Cina, dove un bambino scomparso 18 anni fa è stato ritrovato grazie ad un software per l’invecchiamento simile alla popolare applicazione FaceApp. Il bambino, che si chiama Yu Weifeng e ora ha 21 anni, venne rapito a 3 anni di età mentre giocava vicino al luogo di lavoro del padre. Ora, dopo la conferma della sua identità grazie ai test genetici, il ragazzo potrà riabbracciare i suoi genitori naturali dopo tutti questi anni.

bambino-scomparso-cina2

Bambino scomparso ritrovato con FaceApp

Grazie a questa tecnologia innovativa, le Forze dell’Ordine cinesi sono riuscite ad individuare il piccolo Weifeng – ora adulto – in soli due mesi di analisi. Dopo i primi tentativi di invecchiamento artificiale su alcune immagini, la polizia aveva radunato un gruppo composto da un centinaio di possibili risultati. Dopo averli sondati tutti, si è riusciti a risalire al 21enne Weifeng, che oggi vive e studia nella città di Guangzhou assieme alla famiglia adottiva.

Durante il toccante incontro con i genitori naturali, il padre di Weifeng ha dichiarato: “Non posso che ringraziare la famiglia che lo ha cresciuto per tutto questo tempo. Noi siamo i genitori biologici, ma sono loro ad averlo fatto diventare l’uomo che è oggi. Per me, da oggi mio figlio ha due mamme e due papà.”

Il successo dell’applicazione

Il software utilizzato dalla polizia di Pechino per simulare l’invecchiamento del bambino è stato sviluppato dal gigante cinese del tech Tencent. Questo programma è stato decisivo nel tare una svolta alle indagini dopo 18 anni, tanto che ora la polizia britannica di Scotland Yard sta pensando di svilupparne una propria versione per alcuni casi irrisolti di bambini scomparsi in Europa.

Su tutti quello della piccola Maddie McCann, sparita nel 2007 dalla casa delle vacanze dei genitori in Portogallo e da allora mai ritrovata.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Jacopo Bongini
Nato a Milano, classe 1993, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera dove si laurea in "Nuove Tecnologie dell’Arte". Parallelamente all'ambito artistico, nel quale partecipa a diverse mostre del settore come admin della pagina Facebook Karbopapero 900, durante gli anni universitari sviluppa la passione per il mondo dell’informazione e della comunicazione. Passione che lo porta a diventare collaboratore dapprima per Il Giornale e in seguito per Notizie.it.