Iran, arrestati 17 agenti segreti USA: “Smantellata rete della CIA”
Esteri

Iran, arrestati 17 agenti segreti USA: “Smantellata rete della CIA”

Iran cia agenti segreti

Fonti media iraniane fanno trapelare la notizia che Teheran negli ultimi mesi ha arrestato 17 persone considerate agenti al soldo della CIA.

La tensione tra Iran e Stati Uniti è destinata a salire ulteriormente. In base alle informazioni dei media statali, i servizi segreti iraniani hanno scoperto una rete di spionaggio americana composta da 17 membri. Arrestati, alcuni di questi presunti 007 rischiano la pena di morte mentre altri sono stati condannati a lunghe pene detentive.

L’arresto di 007 della CIA

In base a quanto riferisce l’agenzia stampa Fars, le 17 persone sospettate di operare al soldo degli Stati Uniti sono state arrestati dal Ministero dell’Intelligence iraniano. Stando ad alcuni stralci del rapporto stilato dalle autorità di Teheran, i fermati lavoravano come appaltatori privati “in area economica, nucleare, infrastrutturale, militare e cibernetica (…) al fine di raccogliere informazioni classificate”.

Secondo le accuse, alcuni di questi presunti 007 sarebbero stati reclutati dagli agenti della CIA mentre chiedevano il visto per gli Stati Uniti. Altri invece sarebbero stati contattati a margine di eventi scientifici in Paesi europei, africani e asiatici.

L’Iran non ha rivelato quando ha scoperto questa presunta rete di spionaggio made in USA, ma ha specificato che gli arresti sono avvenuti nel corso dell’ultimo anno iraniano, che si è concluso nel marzo 2019.

Al momento dei fermi, viene evidenziato, sono state individuate anche attrezzature di comunicazione di ultima generazione.

Il conflitto Iran-Stati Uniti

Le ostilità tra Iran e Stati Uniti sono aumentate dopo che l’amministrazione Trump è uscita in maniera unilaterale dall’accordo sul nucleare firmato invece da Barack Obama. Al contempo la Casa Bianca sta facendo pressione sugli altri componenti dell’accordo, Unione europea in primis, per mettere sempre in maggiore difficoltà Teheran, inaugurando una nuova serie di sanzioni.

Le tensioni hanno raggiunto il picco a maggio 2019 dopo che gli Stati Uniti hanno stanziato ulteriori risorse militari in Medio Oriente. A giugno, l’Iran ha poi abbattuto un drone della Marina statunitense mentre sabato 20 luglio gli USA hanno annunciato l’abbattimento di un drone iraniano, notizia questa smentita da Teheran.

Nel frattempo il Corpo delle guardie della rivoluzione islamica ha catturato la petroliera britannica “Stena Impero” con l’accusa di aver urtato un peschereccio iraniano. Ciò di conseguenza ha causato una crisi diplomatica tra Teheran e Londra.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Paola Marras
Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.
Contatti: Mail