×

Gemellini morti negli Stati Uniti, il padre li ha dimenticati in auto

Il 39enne Juan Rodriguez si è recato al lavoro dimenticando in auto i suoi due gemellini di 11 mesi, morti per l'elevata temperatura nell'abitacolo.

auto-sole

Trageda negli Stati Uniti, dove due gemellini di 11 mesi sono morti venerdì 27 luglio dopo essere stati dimenticati dal padre per 8 ore all’interno dell’auto parcheggiata sotto il sole. Come ogni mattina infatti, l’uomo si è recato al lavoro a New York, non ricordandosi però di avere con se i due figli sul sedile posteriore.

Sul posto è inseguito intervenuta la Polizia di New York che ha incriminato l’uomo di omicidio colposo.

Gemellini morti negli Stati Uniti

Stando a quanto riportato dalla testata online Buzzfeed News, il 39enne Juan Rodriguez, della contea di Rockland, ha parcheggiato la propria auto nel quartiere del Bronx, recandosi in seguito sul posto di lavoro situato a due isolati di distanza. Nel veicolo tuttavia erano presenti i due figli dell’uomo, Mariza e Phoenix, che sono rimasti intrappolati nell’auto fino alle 16 del pomeriggio quando il padre è finalmente ritornato dal lavoro.

Una volta accortosi di quello che era successo, Rodriguez ha immediatamente chiamato il 911. Malgrado il tempestivo arrivo dei soccorsi però, non è stato possibile fare altro che constatare il decesso dei due bambini. Sul posto sono intervenuto anche gli uomini della Polizia di New York, che hanno incriminato Rodriguez per duplice omicidio colposo e duplice omicidio con negligenza.

Le parole degli amici del padre

Rodriguez lavora come assistente sociale al James J.

Peters VA Medical Center e tra pochi giorni avrebbe dovuto festeggiare in famiglia il primo compleanno dei gemelli. Il 41enne Temple Barros, amico dell’uomo, lo ricorda così ai microfoni della Cnn: “È sempre stato un padre fantastico. Qualunque cosa i gemelli avessero avuto bisogno, lui usciva e la comprava. La moglie non crede ancora a quello che è successo. La loro genitorialità era incredibile”. Ricordando i gemellini, Barros ha infine aggiunto: “Ho visto i gemelli letteralmente la sera prima. La loro figlia mi stava salutando dalla finestra”.

Sulla vicenda si è espresso anche Jim Connell, portavoce dell’ospedale dove lavora Rodriguez, che ha dichiarato: “L’intera comunità ospedaliera è rattristata dalla notizia di questo tragico evento. Mentre la situazione è attualmente sotto la giurisdizione delle autorità locali, offriamo le nostre sincere e sentite condoglianze alla famiglia. Per rispetto della famiglia in questo momento difficile, e tenuto conto della loro privacy, al momento non abbiamo ulteriori commenti”.

Contents.media
Ultima ora