×

New York, è scomparso lo chef del ristorante Cipriani Dolci

Condividi su Facebook

Persa ogni traccia di Andrea Zamperoni. A dare l'allarme i colleghi del capo chef di Cipriani Dolci. A New York si procede con le ricerche.

cipriani dolci

Non si hanno più sue notizie da sabato 17 agosto 2019: Andrea Zamperoni è scomparso a New York, dove lavora da più di un anno come capo chef del noto ristorante Cipriani Dolci nella stazione di Gran Central. Lo chef è nel gruppo Cipriani da oltre dieci anni. A dare l’allarme i colleghi di Andrea che ancora non hanno dubbi sul fatto che il 33enne sarebbe andato a lavoro anche senza una gamba. E proprio per questo motivo la sua scomparsa è sembrata molto strana.

New York, scomparso Andrea Zamperoni

Andrea Zampironi vive nel Queens -ha un appartamento sulla 74esima strada che condivide con un ragazzo che ha riferito che Andrea alle ore 02:30 del mattino di domenica 18 agosto 2019 è salito a bordo di un’auto e che da allora nessuno lo ha più visto.

Il capo chef di Cipriani Dolci sembra essere sul serio scomparso: il giorno seguente infatti non si è recato a lavoro e da lì i colleghi hanno subito dato l’allarme.

A raggiungere la città di New York nel tentativo di dare il suo contributo alle ricerche, il fratello gemello di Andrea Zamperoni anche lui attivo nel settore della ristorazione: lavora a Londra sempre per il Gruppo Cipriani. Andrea aveva l’abitudine di chiamare ogni giorno sua mamma in Italia. Abitudine che adesso pare essersi interrotta perché del capo chef di Cipriani Dolci si è persa ogni traccia dallo scorso sabato 17 agosto 2019. Ad allertare le autorità, i colleghi che non lo hanno visto arrivare a lavoro il lunedì successivo alla sua scomparsa.

Nata a Trinitapoli (BAT), classe 1994, è laureta in "Comunicazione, media e pubblicità" presso la IULM. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Giorgia Giuliano

Nata a Trinitapoli (BAT), classe 1994, è laureta in "Comunicazione, media e pubblicità" presso la IULM. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche