×

Usa, stupra amica della figlia durante un pigiama party: arrestato

Uomo di 44 anni è stato arrestato con l'accusa di stupro ai danni di un'amica di sua figlia durante un pigiama party

sequestra figlia ed ex compagna

Una notizia terribile, quella che giunge dallo Stato del Missouri. James Michael Reed, 44enne di Villa Ridge, è stato arrestato con l’accusa di stupro ai danni di un’amica di sua figlia che si trovava a casa sua per un pigiama party a giugno.

Arrestato con l’accusa di stupro

In base a quanto si evince dalla ricostruzione dei fatti, sembra che lo scorso 30 giugno la ragazza si trovasse a casa dell’amica per un semplice pigiama party. Nel corso delle prime ore del mattino, James Michael Reed, papà della sua amica, sarebbe entrato nella stanza in cui dormiva, cominciando a fare dei commenti di carattere sessuale nei suoi confronti. La giovane avrebbe quindi tentanto di allontanare l’uomo, che però non ha prestato ascolto.

Quando l’amica della figlia ha cercato di scappare, l’ha quindi trattenuta nel letto e violentata, per poi lasciare la stanza.

La ragazza ha quindi chiamato la madre per farsi venire a prendere e raccontare tutto. Portata immediatamente al pronto soccorso del Mercy Hospital di Washington, hanno quindi provveduto a chiamare la polizia per denunciare l’accaduto. Gli investigatori dell’FCSO si sono in seguito recati presso la casa dell’uomo, riuscendo in questo modo a trovare delle prove dello stupro. Il 9 settembre, l’FCSO ha quindi emesso un mandato di arresto nei confronti di James Michael Redd, fermato sul posto di lavoro due giorni dopo con l’accusa di stupro e sodomia in riferimento all’episodio. Al momento detenuto nel carcere della contea di Franklin, la cauzione è stata fissata a 100 mila dollari.

Se tutto questo non bastasse, l’FCSO ha anche rivelato che l’uomo era già stato segnalato come molestatore sessuale in seguito ad un episodio del 2005 che aveva coinvolto una bambina di cinque anni.

In seguito a questa vicenda del passato, comunque, l’uomo non aveva ricevuto alcun tipo di condanna. In riferimento a questo recente arresto, inoltre, hanno voluto sottolineare come “tutte le persone sono considerate innocenti fino a quando non sono state giudicate colpevoli in un tribunale di legge“.

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche