×

17enne accoltellato a morte a Londra per aver difeso una ragazza

Ennesimo episodio di violenza a Londra: la vittima è un ragazzo di 17 anni. Per difendere una ragazza è stato accoltellato a morte.

accoltellato a londra
accoltellato a londra

Un altro episodio di violenza a Londra: Youssef Karim Hasan Al-Bayjani, un ragazzo di 17 anni è stato accoltellato a morte per aver difeso una ragazza. Secondo quanto si apprende, il giovane sarebbe stato preso di mira da una gang nei pressi di Edgware Road. L’omicidio è avvenuto in pieno giorni, alla luce del sole. Secondo alcune statistiche, inoltre, si tratterebbe del 105esimo episodio dall’inizio dell’anno (soltanto nella capitale del Regno Unito) e del settimo in appena nove giorni.

Accoltellato a morte a Londra

Il ragazzo di 17 anni è stato trovato in strada con diverse ferite. Secondo quanto è possibile ricostruire seguendo le riprese delle telecamere di sicurezza del locale Kentucky Fried Chicken, inoltre, sarebbe avvenuta una rissa tra giovani. Dalla colluttazione, iniziata in mezzo ai clienti che attendevano pazientemente il proprio turno in fila, uno dei ragazzi si sarebbe scagliato contro i teppisti.

Quest’ultimo, da quanto si apprende avrebbe difeso una ragazza ma sarebbe stato scaraventato a terra. Dalle immagini, però, non è chiara l’identità dell’aggressore in quanto indossava un cappuccio. Infine, il giovane accoltellato nelle strade di Londra sarebbe stato soccorso dall’ambulanza e trasferito in ospedale. Cinque ore dopo è deceduto.

La vittima

Youssef Karim Hasan Al-Bayjani aveva 17 anni e frequentava l’ultimo anno della scuola superiore di City of Westminster College. “Solo mezz’ora prima – ha raccontato un amico – stavamo scherzando. Preghiamo affinché tutto questo finisca”. Si tratta del settimo omicidio nella capitale del Regno Unito negli ultimi nove giorni: è un vero e proprio allarme. Secondo un altro testimone che si trovava al ristorante limitrofo nel momento dell’aggressione, il fratello della vittima si sarebbe sdraiato sul 17enne per proteggerlo.

“Smettetela, smettetela, è mio fratello” gridava. Ma i teppisti erano armati di coltello e lo hanno ucciso.


Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Caricamento...

Leggi anche