> > Condannato a morte per aver ucciso una donna e violentato sua figlia

Condannato a morte per aver ucciso una donna e violentato sua figlia

uomo uccide moglie

Un uomo è stato condannato a morte per aver ucciso una donna e poi rapito e violentato sua figlia di 10 anni.

Ha brutalmente assassinato una madre e poi violentato e rapito la figlia di 10 anni.

Mercoledì 18 settembre 2019 il giudice Don Lester ha condannato a morte Donald Hugh Davidson Jr, 38 anni. Cinque mesi prima Davidson aveva rinunciato al suo processo e si era dichiarato colpevole di omicidio e accuse di violenza sessuale durante un interrogatorio a Jacksonville, in Florida.

La condanna dell’uomo

Donald Hugh Davidson Jr, 38 anni, ha violentato Roseann Welsh, 35 anni, nella sua casa di Middleburg il 1 ° dicembre 2014.

Ad un certo punto lo scuolabus di sua figlia è arrivato a cas e la donna è praticamente impazzita, temendo per la vita della figlia. Davidson quindi la strangolò con un laccio e poi la pugnalò tre volte al collo, secondo First Coast News. Dopo aver ucciso Welsh, è uscito in cucina e ha trovato la bambina al tavolo della cucina che faceva i suoi compiti. Le ha detto di “spogliarsi”. Davidson ha poi rapito la bambina nel furgone della famiglia e ha continuato ad aggredirla sessualmente.

Infine l’ha lasciata vicino a casa. La vicenda risale al 2014 ma solo a maggio del 2019 l’uomo si è dichiarato colpevole durante un interrogatorio a Jacksonville, in Florida. In precedenza era stato condannato per molestie. Il giudice Lester ha dichiarato alla sentenza: “Il tribunale ritiene che i fattori aggravanti prevalgano pesantemente sulle circostanze attenuanti … Il tribunale conclude l’appropriata la sentenza è la morte“. L’avvocato di Davidson, Mark Wright, ha lasciato una dichiarazione alla fine del processo: “È un giorno triste per tutti.

Nessuno ha vinto qui”.