×

Donna violentata: stupratore aggredito dal marito della vittima

Donna violentata mentre torna a casa: il marito ha aggredito lo stupratore tagliandogli i genitali.

donna stuprata

Ennesima storia di violenza contro le donne in Ucraina, in un piccolo villaggio della regione orientale di Khariv, Shevchenkovo. Una donna e suo marito erano usciti a cena con alcuni amici, in un ristorante a poche centinaia di metri dalla loro abitazione. La donna aveva deciso di lasciare la compagnia prima degli altri, ma mentre faceva ritorno verso la sua abitazione è stata aggredita da un 25enne, Dmitry Ivchenko, che già in passato aveva aggredito alcune donne del villaggio.

Violentata per strada, aggredito lo stupratore

Pochi minuti dopo che la moglie aveva lasciato il ristorante, anche il marito ha deciso di raggiungerla a casa. Appena prima di varcare la soglia di casa, però, l’uomo è stato attirato dalle urla di una donna provenienti da dietro un cespuglio.

Spostando il fogliame, l’uomo si è trovato di fronte una terribile scena: un uomo teneva la propria mano sulla bocca della moglie mentre la stuprava. Il marito non ci ha pensato due volte e ha aggredito fisicamente lo stupratore, tagliandogli gli organi genitali. Le urla e la colluttazione hanno svegliato tutto il vicinato che è sceso in strada avvertendo i soccorritori. Lo stupratore è stato portato in ospedale mentre il marito della vittima ha tentato la fuga per consegnarsi alla Polizia poco dopo.

Indagato il marito della vittima

Il carnefice, trasformatosi in vittima, è stato ricoverato nel vicino ospedale e sarebbe stato sottoposto ad un intervento chirurgico. “Lo stupratore ha dichiarato di essere stato scaricato dalla sua ragazza una settimana fa. Il giorno dell’incidente ha bevuto un litro di vodka.

Si rifiuta di dire di più al momento” ha detto il procuratore Tetiana Vasileva. Tutte le donne del villaggio hanno preso le difese del marito della vittima: “Credo che qualsiasi ragazza del nostro villaggio avrebbe potuto diventare una sua vittima“. Lo stupratore al momento rischia fino a 5 anni di carcere, mentre il marito, se giudicato colpevole, rischia fino a 8 anni di prigione.


Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche