×

Gaza, raggiunto accordo con Israele su cessate il fuoco

Nuovo accordo di cessate il fuoco raggiunto tra Israele e la Striscia di Gaza grazie alla decisiva mediazione dell'Egitto.

Gaza cessate il fuoco
Gaza cessate il fuoco

Non c’è pace per la Striscia di Gaza. Dopo gli ultimi intensi giorni di violenze, le autorità di Gaza e Israele hanno raggiunto un accordo per il cessate il fuoco. La tregua tra Israele e le fazioni armate palestinesi è stata possibile grazie alla mediazione dell’Egitto. La notizia è stata infatti divulgata dai media egiziani e confermata anche da un portavoce della Jihad islamica.

Gaza, cessate il fuoco mediato dall’Egitto

“L’occupazione ha accettato le condizioni dettate dalla resistenza”, queste le parole usate dal portavoce della Jihad, Mussad al-Breim, per ufficializzare l’accordo tra le parti. Il cessate il fuoco è entrato in vigore dalle 5.30 del mattino, ora locale, di giovedì 14 novembre e dovrebbe durare per i prossimi giorni. Commenti all’accordo arrivano anche da parte israeliana.

Il ministro degli Esteri Israel Katz ha dichiarato che Israele risponderà alla calma con la calma, lasciando così sperare in un cessate il fuoco effettivo e duraturo.

La nuova miccia che ha riacceso gli scontri e i tumulti nella Striscia di Gaza è stata l’uccisione di Baha Abu Al Ata, comandante della Jihad islamica a Gaza. L’uomo è stato ucciso dalle forze israeliane martedì 12 novembre e nei bombardamenti successivi sono morte altre 32 persone. Sale invece a 100 il numero dei feriti, per la maggior parte civili.

Stando a quanto sostenuto dalla radio pubblica israeliana Kan, l’esercito avrebbe confermato così la fine dell’operazione “cintura nera” intrapresa nei giorni scorsi. L’obiettivo dell’operazione era infatti quello di dare un duro colpo alla jihad islamica e alle sue capacità offensive.

Obiettivo che Israele ritiene ormai raggiunto.

In seguito all’annuncio del cessate il fuoco, il governo israeliano ha rimosso la maggior parte delle restrizioni per motivi di sicurezza. La radio israeliana ha però consigliato comunque ai cittadini che abitano nella zona di rimanere sempre in prossimità dei rifugi o di luoghi in cui potersi riparare in caso di attacco.

Gaza, il commento di Mladenov

Anche il coordinatore speciale per il processo di pace in Medio oriente, Nickolay Mladenov, ha espresso il suo parere positivo sull’accordo.”Egitto e Nazioni Unite hanno lavorato duramente per evitare la più pericolosa escalation all’interno e intorno a Gaza che avrebbe portato a una guerra. Le prossime ore e giorni saranno decisivi. Tutti devono mostrare la massima moderazione e fare la loro parte per prevenire un bagno di sangue.

Il Medio Oriente non ha bisogno di altre guerre”, questo il commento pubblicato sull’account Twitter di Mladenov.

Giornalista appassionata di geopolitica e politica internazionale, ha collaborato con agenzie stampa e testate online tra cui Notizie.it, Agenzia Nova, Osservatorio di Politica Internazionale, L'Indro, Termometro Politico, Osservatorio Diritti e Redattore Sociale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Irene Masala

Giornalista appassionata di geopolitica e politica internazionale, ha collaborato con agenzie stampa e testate online tra cui Notizie.it, Agenzia Nova, Osservatorio di Politica Internazionale, L'Indro, Termometro Politico, Osservatorio Diritti e Redattore Sociale.

Leggi anche