×

Terremoto in Bosnia, scossa legata allo sciame sismico in Albania

Una scossa di terremoto di magnitudo 5.3 della scala Richter ha colpito la Bosnia-Erzegovina a poche ore dal violento sisma avvenuto in Albania.

terremoto-bosnia

Dopo il terremoto che ha investito l’Albania durante le prime ore del 26 novembre, anche la Bosnia-Erzegovina è stata colpita in mattinata da una scossa facente parte dello stesso sciame sismico. Il terremoto in questione è avvenuto intorno alle 10:20 e aveva una magnitudo di 5.3 gradi della scala Richter, con epicentro nei pressi della cittadina di Blagaj a circa 70 chilometri a sud della capitale Sarajevo.

Al momento non si registrano danni o vittime ma al momento la situazione è tesa per la paura di nuove eventuali scosse.

Terremoto in Bosnia, scossa di 5.3 gradi


Stando a quanto riportato dagli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il terremoto che ha colpito la Bosnia-Erzegovina avrebbe avuto un ipocentro situato a circa 10 chilometri di profondità.

Dati analoghi a quelli della violenta scossa che ha colpito le coste dell’Albania settentrionale poco prima delle 4 del mattino provocando per il momento una quindicina di morti.

Non appena la scossa è stata avvertita numerose persone sono scese in strada abbandonando le proprie abitazioni per paura di un sisma simile a quello albanese di poche ore prima. Il sisma è stato sentito distintamente dagli abitanti di Sarajevo e anche dai pellegrini recatisi nella località religiosa di Medjugorje, all’indomani del messaggio che la veggente Marjia lascia ai fedeli il 25 di ogni mese.

Disposta la chiusura delle scuole

Stando a quanto riportato dalle autorità bosniache, la scossa di questa mattina sarebbe durata una ventina di secondi, aprendo numerose crepe negli edifici lungo la zona dell’epicentro. Ad essere colpita è stata anche la città di Mostar, capoluogo dell’Erzegovina, celebre per il ponte sul fiume Narenta costruito dagli ottomani e abbattuto durante le guerre dell’ex Jugoslavia. A causa dello sciame sismico, che in queste ore si sta facendo sentire su tutta la penisola balcanica, le autorità della città di Nevesinje hanno disposto la chiusura della scuole.

Contents.media
Ultima ora