×

Impeachment per Donald Trump: entro Natale voto sul rinvio a giudizio

Condividi su Facebook

La speaker della Camera Nancy Pelosi ha dato il via libera all'iter per la richiesta di impeachment nei confronti del Presidente Usa Donald Trump.

donald-trump

Sembra farsi sempre più incombente l’impeachment nei confronti del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, soprattutto dopo che nella giornata del 5 dicembre la speaker della Camera dei Rappresentanti Nancy Pelosi ha dato il via libera alla commissione affari giudiziari per far partire l’iter del procedimento. La Pelosi, esponente del Partito Democratico, affermato come la permanenza di Trump alla Casa Bianca potrebbe costituire un rischio per la democrazia americana, considerando le accuse a lui rivolte nel corso di questi ultimi mesi.

Camera, via all’impeachment per Donald Trump

I capi di imputazione contro Donald Trump sono al momento due: abuso di potere e ostruzione alla giustizia; entrambi in riferimento alla ormai famosa telefonata in cui il Presidente Usa chiedeva al suo omologo ucraino Volodymyr Zelensky di riaprire un’indagine nei confronti di Hunter Biden, figlio dell’ex Vicepresidente democratico nonché tra i principali rivali di Trump alle prossime elezioni presidenziali Joe Biden.

Hunter Biden siede infatti all’interno del consiglio di amministrazione di Burisma (un’azienda ucraina di gas) e per convincere Zelensky a riaprire l’inchiesta nei suoi confronti Trump avrebbe promesso di sbloccare 400 milioni di dollari di aiuti militari per il governo di Kiev.

Secondo il rapporto finale depositato lo scorso 2 dicembre dalla commissione intelligence, Trump si sarebbe fatto aiutare dal suo avvocato personale ed ex sindaco di New York Rudy Giuliani. Il Presidente avrebbe inoltre avuto il tacito assenso anche dei principali membri del suo gabinetto, tra cui il Vicepresidente Mike Pence ed il Segretario di Stato Mike Pompeo.

Il voto prima di Natale


A questo punto appare dunque plausibile che il Parlamento americano possa votare per il rinvio a giudizio del Presidente nelle prossime settimane. Una prima data potrebbe essere quella del 12 dicembre, o al massimo entro il giorno di Natale. Con la Camera dei Rappresentanti in mano ai democratici è possibile che la prima votazione passi tranquillamente, anche perché necessiterebbe soltanto della maggioranza semplice dei parlamentari.

Più complesse saranno invece le cose in Senato, saldamente tenuto dai repubblicani, dove è invece molto più difficile che si riesca a raggiungere la maggioranza dei due terzi necessaria per far scattare la procedura di impeachment.

Nel frattempo, non si è fatta attendere la risposta di Donald Trump alle frasi di Nancy Pelosi: “I democratici buoni a nulla sono diventati pazzi. A loro non importa nulla del Paese. Pertanto io vi dico, se volete mettermi sotto accusa, fatelo ora e fatelo presto, così che si possa avere un giusto processo al Senato e il Paese possa tornare alla normalità”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche