×

Coppia si suicida in un Airbnb in Scozia: si erano conosciuti sul web

Condividi su Facebook

Una coppia composta da un ragazzo e una ragazza è stata trovata priva di vita in un cottage in Scozia. I due avevano pianificato il loro suicidio.

coppia-suicida-scozia

Tragedia in Scozia, dove una coppia composta da un ragazzo e una ragazza di probabile nazionalità olandese ha compiuto un gesto suicida in un cottage preso in affitto su Airbnb. L’episodio è avvenuto a Rickarton, nella contea dell’Aberdeenshire, e la morte dei due ragazzi risalirebbe ai primi giorni di dicembre. A rendere maggiormente inquietante il tutto è il particolare per cui il ragazzo di 28 anni e la ragazza di 24 avrebbero pianificato la lor morte dopo essersi conosciuti su internet.

Coppia si suicida in Scozia

A rinvenire i due cadaveri all’interno dell’abitazione sono stati i due proprietari dell’immobile, Vic e Pearl Peterkin, che hanno immediatamente allertato i soccorsi per i due giovani. Una volta giunti sul posto, i soccorritori non hanno però potuto fare nient’altro che constatare il decesso della coppia, morta ormai da svariate ore.

Gli uomini della polizia arrivati nell’appartamento hanno inizialmente scartato le ipotesi di omicidio e di morte accidentale, per poi concentrarsi sul più plausibile duplice suicidio.

A seguito delle ricerche effettuate dagli investigatori si è infatti scoperto che i due ragazzi si erano conosciuti su internet e che avevano stretto un patto segreto per il quale avrebbero dovuto suicidarsi in una casa isolata presa in affitto su Airbnb.

Le parole dell’ispettore di polizia

Nelle ore successive al ritrovamento, l’ispettore di polizia Sam Buchan ha commentato l’episodio con le seguenti parole: “I nostri pensieri sono con la famiglia e gli amici dell’uomo e della donna che sono purtroppo morti. Gli agenti rimarranno nella proprietà e vorrei ringraziare i membri della comunità per la loro pazienza mentre le nostre indagini proseguono”.

Sul posto sono inoltre intervenuti i Vigili del Fuoco a causa del ritrovamento da parte degli agenti di alcuni prodotti chimici nocivi che potrebbero essere stati utilizzati dai giovani per togliersi la vita.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche