×

Atterraggio d’emergenza per aereo Qantas: rientro immediato a Sydney

Condividi su Facebook

Un aereo della compagnia australiana Qantas è stato costretto ad un atterraggio di emergenza a causa di un guasto idraulico avvenuto dopo il decollo.

atterraggio-emergenza-aereo

Attimi di panico per i passeggeri di un aereo della compagnia australiana Qantas che sono astati costretti ad un atterraggio di emergenza nella giornata di domenica 15 dicembre. Il velivolo, decollato alle ore 8 e 45 diretto a Perth, è stato infatti costretto a rientrare immediatamente a Sydney a causa di un problema idraulico che in breve tempo ha riempito l’aereo di fumo.

Una volta giunti a Sydney i passeggeri sono stati evacuati e al momento gli ingegneri aeronautici stanno cercando di chiarire il problema alla base del malfunzionamento.

Atterraggio d’emergenza per aereo Qantas

Stando a quanto riportato dagli organi di stampa australiani, il volo QF575 era decollato da appena 20 minuti con 271 passeggeri a bordo quando il comandante ha annunciato l’immediato ritorno a Perth dopo la segnalazione di un problema idraulico al velivolo.

La compagnia aerea ha dichiarato in merito: “Una volta tornato al gate, il capitano ha preso la decisione di evacuare l’aeromobile in via precauzionale, dispiegando tre scivoli di emergenza”.

Tuttavia, mentre l’aereo stata aspettando sulla pista di essere evacuato, numerosi passeggeri hanno potuto riscontrare una massiccia presenza di fumo che stava invadendo l’abitacolo del velivolo. “Eravamo sulla passerella in attesa di essere trainati e abbiamo iniziato a sentire l’odore di bruciato”, ha dichiarato Dillon Parker, mentre un altro passeggero di nome Ally Kemp ha affermato: “Quando siamo tornati al gate, la cabina ha iniziato a riempirsi di fumo e il capitano ha iniziato a urlare ‘Evacuate!'”.


Il commento del comandante

Una volta evacuati tutti i passeggeri, il comandante del velivolo Debbie Slate ha dichiarato che l’atterraggio di emergenza si è reso necessario a causa di una perdita del fluido idraulico che consente il funzionamento dei comandi di atterraggio e dei flap sulle ali.

In merito invece alla presenza di fumo in cabina, la spiegazione del comandante è stata la seguente: “Penso che probabilmente parte del fluido idraulico sia stata pompata in cabina dal sistema di condizionamento dell’aria. Io non ho sentito alcuna segnalazione di fumo; forse ciò che appariva come fumo era in realtà nebbia di condensazione generata dal liquido freddo dell’impianto idraulico”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.