×

Cina, allarme coronavirus: “Possibili 1700 casi di infezione”

Condividi su Facebook

Gli esperti britannici hanno stimato più di 1700 nuovi casi di infezione di coronavirus in Cina, ma per l'Europa il rischia è basso.

cina
cina

Gli esperti britannici hanno stimato più di 1700 nuovi casi di infezione di coronavirus, molti di più rispetto ai soli 50 stimati dalla Cina. L’Ecdc dichiara: “Basso rischio per l’Europa“.

Cina, esperti britannici lanciano l’allarme

Secondo quanto descrivono gli esperti britannici, potrebbero essere 1723 i casi di coronavirus che da dicembre sta contagiando la Cina, e non solo 50 come si repuatava qualche settimana fa. Il virus ha già causato molte polmoniti e due decessi, am coem abbiamo già detto in un articolo recente, il ceppo sarebbe partito dalla zona Wuhan, città cinese mercantile da dove il virus avrebbe iniziato a svilupparsi e propagarsi tra la gente.

Questa ricerca è stata condotta da alcuni esperti dell’Imperial College di Londra: “Sono sostanzialmente più preoccupato di quanto non fossi una settimana fa“,ha detto l’epidemiologo Neil Ferguson, fra gli autori di questo studio.

Nessun rischio per Europa

Nel frattempo, nella citta di Wuhan hanno registrato nuovi 17 casi di infezioni di questo virus sconosciuto, di cui tre versano in condizioni gravi.

Finora il virus nel complesso ha fatto registrare solo due decessi, e l‘ECDC, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, ha voluto rasserenare anche il popolo europeo su un presunto contagio internazionale: “La probabilità di introduzione del virus in Ue è considerata bassa“.

L’allarme dei ricercatori inglesi è credibile e non va sottovalutato.Considerati i casi rilevati in Thailandia e Giappone, penso anche io che il numero di infezioni legate a questo virus possa essere superiore a quanto rilevato finora“, commenta così Gianni Rezza, direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di Sanità (Iss). Secondo gli infettivologi infatti, pare che sia stato registarto uno scarso contagio da persona a persona, il che renderebbe la trasmissione pericolosa solo a livello locale, rendendo ancora più velleitarie le chance di contagio in Italia.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche