×

Coronavirus in Iran, positivo ai test il viceministro alla Salute

Condividi su Facebook

Iraj Harirchi, viceministro alla Salute dell'Iran, è risultato positivo ai test per il coronavirus e si teme possa aver contagiato decine di persone.

coronavirus-iran-vinceministro

Il coronavirus continua a diffondersi in Iran, dove è del 25 febbraio la notizia che il viceministro alla Salute Iraj Harirchi è risultato positivo ai test clinici. Con questo salgono a 95 i contagi attualmente in corso nella Repubblica Islamica, con due distinti focolai a Qom e nella capitale Teheran che hanno provocato complessivamente 16 decesso da Covid-19. La notizia del contagio del viceministro è stata riportata da un consigliere del ministero della Salute iraniano e in seguito confermata da Harirchi.

Coronavirus in Iran, positivo viceministro alla Salute

Poco dopo dopo l’annuncio del ministero è stato lo stesso viceministro a confermare la sua positività al coronavirus tramite un video messaggio, nel quale specificava di essere attualmente in quarantena in casa propria dov’è sottoposto a cure mediche.

Una notizia che tuttavia sempre non cogliere di sorpresa l’opinione pubblica iraniana e internazionale.

In queste ore infatti sta girando si internet un video risalente al 24 febbraio, vale a dire poco prima l’annuncio ufficiale del contagio, in cui il viceministro Harirchi appare visibilmente provato durante una conferenza stampa sul coronavirus.

Il possibile contagio dei giornalisti

Dal video si può vedere infatti il viceministro tossire, sudare copiosamente e soffiarsi il naso mentre negava ai microfoni la voce secondo cui almeno 50 persone sarebbero morte a Qom. Il sospetto che emerge in queste ore è che il politico, il quale non aveva né mascherina né guanti protettivi, possa aver infettato decine di giornalisti presenti alla conferenza stampa quando non gli stessi membri del governo. Attualmente l’Iraq è il paese con la percentuale più alta di vittime in rapporto ai contagi dopo la Cina.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche