×

Coronavirus, birra Corona crolla in Borsa per l’associazione con il virus

Condividi su Facebook

L'associazione, da parte di diverse persone, tra la Corona e il Coronavirus ha portato al crollo in Borsa del noto marchio di birra.

Coronavirus birra corona

GoogleTrends ha svelato che le ricerche effettuate dagli utenti in merito al Coronavirus mostrano come ci siano ancora molte persone confuse in merito alla sua origine: sono infatti tantissime quelle che, stando ai motori di ricerca, credono che sia legato alla birra Corona. L’erronea associazione ha determinato un rapido calo in Borsa del noto marchio messicano.

Le ricadute sul marchio

C’è chi inizialmente ci ha scherzato su, ma le conseguenze economiche per il marchio Corona sono più serie di quanto si potesse inizialmente immaginare. Secondo un’indagine di YouGov, infatti, il suo punteggio è sceso da 75 a 51 in sole due settimane. Al momento, l’intenzione di acquisto del prodotto è al minimo degli ultimi due anni. L’azienda produttrice, la Constellation Brands Inc, ha perso l’8% alla Borsa di New York in una sola settimana.

Coronavirus legato alla birra Corona

Già nel mese di gennaio, quando l’epidemia sembrava essere confinata alla Cina, la ricerca dei termini “sintomi di coronavirus” era aumentata del 1.050% in pochi giorni.

Le prime cinque ricerche in merito includevano locuzioni simili a “come prevenire coronavirus“e “come si diffonde il coronavirus“. Ma Google ha rilevato come ci sia stato anche un picco nelle ricerche di “virus della birra Corona“.

Questo perché apparentemente gli utenti hanno l’impressione che, condividendo il termine “corona” nel nome, il virus cinese abbia a che fare con il noto marchio. Ricerche del genere sono state prevalenti in Nord America (ma non in Messico, luogo di produzione della birra) e in Europa occidentale (soprattutto in Finlandia). Non esenti nemmeno Australia, India, Indonesia, Giappone e Nuova Zelanda.

Inutile dire che l’unica cosa che birra e Covid-19 hanno in comune è l’origine dei loro nomi dal latino corōna.

Il termine, che significa appunto “corona“, è rimasto invariato nelle principali lingue romanze tra cui catalano, spagnolo e italiano. I coronavirus sono stati nominati così per l’aspetto caratteristico della forma infettiva del virus che, osservata al microscopio, ricorda l’immagine di una corona reale. La birra messicana invece ha tale nome perché, come si legge sull’etichetta, è una bevanda talmente unica e di elevata qualità che dovrebbe essere bevuta dai sovrani.

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Andrea Ienco

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.

Leggi anche