×

Bimba di 3 anni violentata nei bagni del McDonald’s: arrestato 34enne

Condividi su Facebook

Una bimba di 3 anni è stata violentata nei bagni di McDonald's a Chigaco: arrestato il sospettato.

Chicago: bimba di 3 anni violentata al McDonald's

Il tragico fatto di cronaca accade lunedì 24 febbraio, quando una bimba di 3 anni è stata violentata nelle toilette del fast food McDonald’s. Christopher Puente, 34enne sudamericano, è stato arrestato.

Bimba violentata nei bagni del McDonald’s

È una giornata come tante altre al McDonald’s di Chicago, nello Stato americano dell’Illinois.

Al fast food ci sono diverse persone e famiglie, tra le quali i protagonisti di questa terribile vicenda. Mentre consumano un pasto, il più piccolo dei due bimbi ha bisogno di essere immediatamente cambiato in bagno, il padre porta con sé la figlia di 3 anni in quello degli uomini.

Per pulire il piccolo, l’uomo si chiude in una stanza lasciando la bimba incustodita nell’area comune. È in questo momento che viene adescata dal predatore sessuale: Christopher Puente si trova nella toilette, rapisce la piccola di 3 anni e la violenta. Negli Stati Uniti non è la prima volta che si leggono storie del genere, è accaduto anche in Florida, sempre in una toilette, ai danni di un’altra bambina.

Sui documenti del Tribunale si legge: “L’ha tirata a se, ha tirato giù i pantaloni e la biancheria intima, poi l’ha aggredita sessualmente”.

La bimba comincia a gridare, nonostante l’aggressore le stia coprendo la bocca con una mano, chiama il papà che per fortuna riesce a sentirla.

Salvata dal padre per miracolo

Il padre della piccola prova ad aprire la porta del bagno, invano. Si sporge quindi sotto di questa e, resosi conto di cosa stesse succedendo, riesce ad afferrare le gambe di sua figlia, tirandola fuori e salvandola. Corre dalla moglie per lasciarle in custodia i bambini, torna nei bagni del McDonald’s ma scopre che Christopher Puente è già fuggito.

Arrestato l’aggressore

Nonostante l’entità di un dramma del genere, una buona notizia ha rassicurato la famiglia coinvolta: Puente è stato arrestato tre giorni dopo aver violentato la bimba di 3 anni. La Polizia, chiamata dai gestori di un negozio di Chicago, ha riconosciuto l’uomo sudamericano grazie alle immagini diffuse dalla video sorveglianza del McDonald’s.

Christopher Puente è accusato di aggressione sessuale criminale predatoria, che si aggiunge alle precedenti per furto con scasso e percosse.

Attualmente è detenuto senza cauzione e dovrà comparire nuovamente in tribunale il 10 marzo 2020. L’uomo si professa innocente.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.