×

Coronavirus in Germania, il governo ammette: “Focolai come in Italia”

Anche la Germania fa i conti con l'emergenza Coronavirus. Il ministro della salute Spahn fa il punto sui focolai nel Paese.

Coronavirus, colpita anche la Germania
Coronavirus, colpita anche la Germania

Dopo l’Italia, anche la Germania fa i conti con l’emergenza Coronavirus: si contano sempre più casi di persone trovate positive. Il ministro della Salute tedesco Jens Spahn, durante il Consiglio straordinario a Bruxelles, ha mostrato parecchia preoccupazione. “Abbiamo più focolai” di Covid-19, “ma la maggioranza dei casi non è più importata dall’Italia, dalla Cina o dall’Iran o da altri Paesi.

Sono casi che non sembrano più importati, quindi possiamo paragonare la nostra situazione a quella dell’Italia e a quella della Francia“.

Coronavirus, confronto tra Germania e Italia

Anche in Germania ci sarebbero quindi piccoli ma pericolosi focolai, indipendenti da altri focolai europei, sparsi in molte zone della nazione.

La situazione è seria, in quanto perfino le scorte di tamponi sono diminuite. La situazione preoccupa tutto il continente, con anche le nazioni non facenti parte dell’Unione europea, come Gran Bretagna e Svizzera che hanno riportato i primi decessi.

L’ammissione del Ministro della Salute tedesco arriva a poco tempo di distanza dalla notizia che anche il contagio di Covid-19 ha superato nel mondo la quota psicologica di centomila persone.

Il numero di nuovi casi, nella sola giornata di giovedì 5 marzo, è aumentato bruscamente negli Stati Uniti e in Europa. Il virus è arrivato anche nelle isole di Saint-Barthelemy (Francia), nei Caraibi, e Faroe (Danimarca), nel Nord Atlantico. I Paesi coinvolti sono saliti a 91, mentre i decessi a 3.405. Il Paese più colpito risulta essere la Cina, da dove tutto è partito, poi c’è la Corea del Sud e l’Italia. Il nostro Paese è quello che per il momento in Europa ha pagato il prezzo più alto.

Nato il 18 luglio del 1990, vive a Cassina de' Pecchi. Si è laureato in Storia per seguire la propria voglia di conoscere il passato, ho iniziato l'attività giornalistica per analizzare il presente e le sue innumerevoli contraddizioni. Collabora con Metropolis Notizie e Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Mattia Pirola

Nato il 18 luglio del 1990, vive a Cassina de' Pecchi. Si è laureato in Storia per seguire la propria voglia di conoscere il passato, ho iniziato l'attività giornalistica per analizzare il presente e le sue innumerevoli contraddizioni. Collabora con Metropolis Notizie e Notizie.it.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora