×

Coronavirus, Usa: disabili esclusi dalla terapia intensiva

Negli Usa l'emergenza coronavirus sta costringendo le autorità a prendere decisioni importanti per l'utilizzo degli apparecchi respiratori.

coronavirus usa
coronavirus usa

Negli Usa l’emergenza coronavirus sta costringendo le autorità a prendere decisioni importanti per l’utilizzo degli apparecchi respiratori, e si parla già di un’esclusione dalle terapie intensive dei disabili.

Coronavirus, Usa: no disabili in terapia

Negli Usa ogni ora che passa il numero dei contagi da coronavirus aumenta vertiginosamente, e gli ospedali hanno già dichiarato il collasso. Nelle strutture adibite alla cura dei pazienti, le sale di terapia intensiva presto saranno esaurite, ma nelle ultime ore le autorità starebbero pensando a decisioni drastiche.

Secondo quanto riporta l’Avvenire, in ben 36 stati si sarebbero già valutati dei criteri per cercare di offrire le apparecchiature respiratorie solo a chi davvero bisognoso, escludendo però così molte categorie di infermi, come i disabili che quindi non potrebbero accedere alla terapia intensiva in caso di contagio.

Discriminazione

Questa discriminazione ha subito fatto insorgere tutte le associazioni che si occupano dei diritti dei disabili; alcuni hanno fatto causa allo Stato di Washington affinché non entrasse in vigore il decreto, altre organizzazioni si sono appellate al governo federale per convincere le amministrazioni locali e gli ospedali che i disabili hanno gli stessi diritti degli altri malati.

“Le persone affette da disabilità sono terrorizzate che se le risorse si fanno scarse, verranno inviati in fondo alla fila – afferma Ari Ne’eman, docente al Lurie Institute for Disability Policy dell’Università Brandeis –.

E hanno ragione, perché molti Stati lo affermano in modo abbastanza esplicito nei loro criteri”.

I criteri di valutazione

Per esempio, in Tenneesee saranno escluse dalla terapia intensiva gli affetti da atrofia muscolare spinale. In Minnesota i pazienti colpiti da scompensi cardiaci e cirrosi epatica non potranno accedere ai respiratori, nel caso venissero contagiati dal covid-19.

Nello Stato di Washington, di New York, Alabama, Tennessee, Utah, Minnesota, Colorado e Oregon, i medici dovranno valutare il livello di “abilità fisica e intellettiva generale” prima di intervenire per provare a salvare una vita. Il Michigan darà la precedenza ai lavoratori dei servizi essenziali.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora