×

Coronavirus, von der Leyen si scusa con l’Italia: “Ora siamo con voi”

Condividi su Facebook

La presidente von der Leyen si scusa con l'Italia, all'inizio dell'emergenza coronavirus: "In troppi hanno pensato solo ai problemi di casa propria".

Ursula von der Leyen
La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen

La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen si scusa con l’Italia, all’inizio dell’emergenza coronavirus: “In troppi hanno pensato solo ai problemi di casa propria”. Ma ora promette: “L‘Europa ha cambiato passo“.

Coronavirus von der Leyen si scusa

“Quello passato – osserva la presidente – è stato un comportamento dannoso che poteva essere evitato, ma ora l’Europa ha cambiato passo. Il Paese colpito più duramente, l’Italia, è diventato anche la più grande fonte di ispirazione per noi tutti solo la solidarietà può farci riemergere da questa crisi quella tra persone come quella tra Stati”.

“Oggi l’Europa si sta mobilitando al fianco dell’Italia – continua nella missiva pubblicata da La Repubblica– purtroppo non è stato sempre così, bisogna riconoscere che nei primi giorni della crisi, di fronte al bisogno di una risposta comune europea, in troppi hanno pensato solo ai problemi di casa propria.

Mentre però non si rendevano conto che possiamo sconfiggere questa pandemia solo insieme, come Unione”.

La presidente della Commissione Ue rassicura: “L’Europa ha cambiato passo. Vogliamo dare una mano, stanziando nuove risorse per finanziare la cassa integrazione. Fino a cento miliardi di euro in favore dei Paesi colpiti più duramente, a partire dall’Italia, per compensare la riduzione degli stipendi di chi lavora con un orario ridotto. Questo sarà possibile grazie a prestiti garantiti da tutti gli Stati membri – dimostrando così vera solidarietà europea”.

Ha poi concluso: “Questa crisi è una prova per l’Europa. E non possiamo permetterci di fallire. Le decisioni che prendiamo oggi verranno ricordate per anni. Daranno forma all’Europa di domani. Credo che l’Europa possa riemergere più forte da questa situazione, ma dobbiamo prendere le decisioni giuste – qui ed ora”.

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Federico Dedori

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.