×

Coronavirus, positiva tigre dello zoo del Bronx a New York

Condividi su Facebook

A trasmettere il coronavirus a Nadia, tigre malese di 4 anni, sarebbe stato un dipendente asintomatico dello zoo del Bronx (New York).

tigre di new york positiva al coronavirus
tigre di new york positiva al coronavirus

Sarebbe stata contagiata da un dipendente dello zoo del Bronx, a New York, la tigre risultata positiva al coronavirus. Si tratta del primo caso di animale infetto negli Stati Uniti. Oltre a Nadia – questo il suo nome – presentano i sintomi del Covid19 anche altre tre tigri e tre leoni.

Tigre positiva al coronavirus

Secondo le informazioni diffuse dalla fondazione Wildlife Conservatorion Society, e riportate dall’agenzia Bloomberg, il personale dello zoo del Bronx, uno dei più famosi di tutta New York, si è preoccupato quando Nadia (tigre malese di 4 anni) ha iniziato a mostrare i sintomi del coronavirus, tra cui tosse secca e carenza di appetito.

I veterinari che l’hanno visitata assicurano che non è in pericolo di vita e dovrebbe rimettersi presto.

L’ipotesi più accreditata è che il contagio tra i grandi felini sia dovuto al contatto con un dipendente asintomatico, di cui non è stata resa nota l’identità. Le altre tigri e i leoni sintomatici restano sotto osservazione.

Tra gli ospiti dello zoo si contano anche leopardi delle nevi, ghepardi, un leopardo nebuloso, un puma e un leopardo dell’Amur. Nessuno di loro, al momento, mostra i segni dell’infezione.

I responsbaili del giardino zoologico assicurano di aver preso “adeguate misure preventive” per proteggere i dipendenti e sottolineano che non ci sono rischi per il pubblico, dal momento che lo zoo del Bronx, così come gli altri in città, ha chiuso i battenti lo scorso 16 marzo e da allora non ci sono stati visitatori.

Animali e Covid19

Al momento la comunità scientifica non dispone di alcuna prova che dimostri la trasmissione del coronavirus dagli animali (quelli esotici così come quelli domestici) all’uomo. I nostri amici a quattro zampe, dunque, possono ammalarsi (talvolta con conseguenze fatali, come dimostra il caso del cane morto a Hong Kong) ma non sono responsabili del contagio tra gli umani.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.