×

Coronavirus, Singapore: impennata di nuovi contagi dopo l’azzeramento

Condividi su Facebook

A Singapore si registra un aumento dei nuovi contagi da coronavirus dopo l'azzeramento: riapertura delle attività troppo presto.

Coronavirus, Singapore: nuovi contagi
A Singapore si registra un aumento dei nuovi contagi da coronavirus dopo l'azzeramento: riapertura delle attività troppo presto.

Aveva quasi azzerato il numero di contagi per Covid-19, e per questo era stata presa a modello. In pochi giorni, però, i contagi da coronavirus stanno subendo un’impennata in tutta la Repubblica di Singapore. I nuovi focolai sembrano essere i dormitori riservati ai lavoratori stranieri.

Da qui nasce il monito del governo singaporiano a chi sta pensando a una riapertura delle attività che, a questo punto, potrebbero solo comportare un pericolo e una vanificazione del lavoro fatto finora.

Singapore, aumentano i nuovi contagi da coronavirus

Il modello di Singapore era stato esaltato per la risposta tempestiva all’emergenza coronavirus. Nonostante la vicinanza con la Cina, la Repubblica di Singapore era riuscita a far scendere i contagi, fino quasi ad azzerarli. Per questo il Governo ha deciso di iniziare la riapertura delle attività commerciali.

Negli ultimi giorni, però si sono registrati nuovi contagi, che hanno costretto le autorità locali a un nuovo lockdown e a nuove regole restrittive fino a metà maggio.

L’esperienza di Singapore potrebbe rappresentare un monito per tutti quei paesi che in questi giorni stanno facendo pressioni per la riapertura delle attività. Tra questi gli Stati Uniti, dove Trump chiede la fine del lockdown, anche se gli USA sono il terzo paese al mondo per numero di contagi.

Il Ministero della Sanità ha rilevato i nuovi focolai nelle case di riposo e nei dormitori per i lavoratori stranieri, che in questi giorni hanno ripreso a lavorare.

Il numero totale di persone positive per il virus collegate ai dormitori è ora pari a 2.689 cioè oltre la metà dei casi totali. Il Ministero ha spiegato che sono stati individuati 19 cluster collegati ai dormitori tra cui uno in cui si registrano quasi mille casi. Dei nuovi casi, l’81% sarebbe è collegato a cluster precedentemente identificati, ma il restante 19% non è attualmente collegato a casi precedenti.

Nata in provincia di Monza, classe 1994, laureata in Editoria, Culture della Comunicazione e della Moda presso l'Università Statale di Milano. Precedentemente direttore di Vulcano Statale e collaboratore di Teatro.it. Adesso collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Sheila Khan

Nata in provincia di Monza, classe 1994, laureata in Editoria, Culture della Comunicazione e della Moda presso l'Università Statale di Milano. Precedentemente direttore di Vulcano Statale e collaboratore di Teatro.it. Adesso collabora con Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.