×

Coronavirus, Francia: “Bambini poco contagiosi, riaprire le scuole”

Condividi su Facebook

Secondo uno studio i bambini sarebbero meno contagiosi: non appare dunque improbabile l'ipotesi di una riapertura delle scuole in Francia.

coronavirus francia bambini contagiosi
coronavirus francia bambini contagiosi

Secondo uno studio d’oltralpe, a partire dal caso del bambino che era stato trovato positivo al coronavirus in Francia all’inizio della pandemia e che non avrebbe contagiato nessuno, gli esperti avanzano l’ipotesi secondo cui i bambini sarebbero meno contagiosi degli adulti.

Possibile riapertura delle scuole?

Coronavirus Francia, bambini poco contagiosi

Uno studio ipotizza che nel breve tempo le scuole potrebbero riaprire in Francia (mentre è ancora lontano il ritorno sui banchi in Italia), nonostante siano ancora rigide le misure di sicurezza in chiave coronavirus.

Questo studio si basa sull’ipotesi secondo la quale i bambini sarebbero meno contagiosi, quindi il rischio di infezione anche dopo il ritorno in aula sarebbe limitato.

Proprio in Francia, all’inizio dell’epidemia da coronavirus, era stato registrato un caso che aveva visto protagonista un bambino di 9 anni. Il minore, sulla carta, avrebbe potuto infettare 112 persone tra compagni ed insegnanti, ma fortunatamente non ha contagiato nessuno.

Meno rischi di contagio

Secondo il professor Jean-François Delfraissy, presidente del Consiglio scientifico Covid-19 che aiuta il presidente Macron ad affrontare questa crisi sanitaria passo dopo passo, nessuna scuola in Francia si è rivelata un focolaio, quindi i bambini non possono risultatre più positivi degli adulti.

“Sappiamo che ci sono meno test positivi rispetto agli adulti nei bambini che vengono in ospedale”, ha commentato la pneumo-pediatra Isabelle Sermet-Gaudelus “Non solo i bambini presentano sintomi meno gravi, ma a quanto pare contraggono – e quindi trasmettono – il virus meno di quanto si credesse”.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.